• Mondo
  • mercoledì 6 Giugno 2018

Il giudice californiano della controversa sentenza sul caso di stupro all’università di Stanford è stato cacciato con un referendum

Il giudice californiano Aaron Persky, diventato famoso per aver condannato a soli sei mesi di carcere un ragazzo giudicato colpevole di aver stuprato una ragazza incosciente dopo una festa, è stato cacciato dal suo incarico di giudice a Santa Clara con un referendum. Il referendum – che tecnicamente si chiama “recall campaign” ed è previsto dal sistema giuridico statunitense – era stato approvato al termine di una lunga campagna di raccolta firme ed è stato votato in concomitanza con le primarie californiane di martedì 5 giugno. Persky – che ha 56 anni ed era giudice a Santa Clara dal 2003 – è il primo giudice ad essere cacciato dal suo incarico con una recall campaign dal 1977. In California, invece, una cosa del genere non succedeva da 80 anni.

«Tu non mi conosci, ma sei stato dentro di me»

Aaron Persky nel 2016 (Jason Doiy/The Recorder via AP)