• Italia
  • domenica 6 Maggio 2018

Sono state sospese le ricerche di due velisti, di cui uno italiano, dispersi nell’Atlantico da quattro giorni

Sono state sospese le ricerche del 53enne italiano Aldo Revello e del 31enne di origine rumena Antonio Voinea, i due velisti dispersi nell’Oceano Atlantico dal 2 maggio. L’ultimo segnale dal sistema satellitare della barca a vela Bright, su cui i due si trovavano, la localizzava 300 miglia nautiche (circa 555 chilometri) a est di Sao Miguel, nell’arcipelago delle Azzorre. Revello e Voinea, che erano velisti esperti, erano partiti dall’isola di Martinica, nei Caraibi, il 7 aprile, avevano fatto scalo alle Azzorre il 28 aprile ed erano diretti a La Spezia, la città di Revello. Nella zona dell’ultima localizzazione della Bright sono stati trovati tre giubbotti di salvataggio, taniche di benzina e altri oggetti: le autorità portoghesi che si sono occupate delle operazioni di ricerca hanno ipotizzato che la barca si sia scontrata con un’altra imbarcazione.

Secondo fonti del ministero degli Esteri del Corriere della Sera, il ministero sta cercando di convincere le autorità portoghesi a riprendere le ricerche.

Il tratto di oceano Atlantico tra le Azzorre e il Portogallo è dove Aldo Revello e Antonio Voinea sono dispersi