Paolo Gentiloni si è dimesso da presidente del Consiglio

Ma resterà in carica "per il disbrigo degli affari correnti" fino a che non ci sarà un nuovo governo

Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni ha presentato le sue dimissioni al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in un incontro al Quirinale nel tardo pomeriggio di sabato. Le dimissioni del governo in carica – come da prassi – sono arrivate dopo l’insediamento del nuovo Parlamento, quello eletto con il voto del 4 marzo: Mattarella le ha accettate, ma il governo resterà in carica “per il disbrigo degli affari correnti” fino alla formazione di un nuovo governo. Di fatto, l’attuale governo avrà pieni poteri fino a che Mattarella non firmerà le dimissioni del presidente del Consiglio. Nei prossimi giorni, Mattarella comincerà le consultazioni con i partiti rappresentati in Parlamento per arrivare alla formazione del prossimo governo.

Quirinale)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.