• Mondo
  • mercoledì 17 Gennaio 2018

L’attivista di Hong Kong Joshua Wong, leader delle proteste del 2014, è stato condannato ad altri tre mesi di carcere

L’attivista 21enne di Hong Kong Joshua Wong, leader delle proteste del 2014 per chiedere più democrazia (il famoso movimento degli ombrelli), è stato condannato a tre mesi di carcere per essersi opposto allo sgombero di un presidio durante una manifestazione. Insieme a lui sono state condannate diverse altre persone, ma la maggior parte ha ricevuto la sospensione della pena. Lo scorso luglio, Wong era stato condannato a sei mesi di carcere per la sua partecipazione alle manifestazioni del 2014: la sentenza però non è ancora esecutiva a causa dell’appello del governo di Hong Kong che la ritiene troppo mite.

Nathan Law (a sinistra), Joshua Wong (al centro) e Alex Chow prima della lettura della sentenza, il 17 agosto 2017 a Hong Kong. (ANTHONY WALLACE/AFP/Getty Images)