• Mondo
  • giovedì 11 Gennaio 2018

A Zermatt sono arrivati i primi treni per trasportare i 13mila turisti rimasti bloccati a causa delle forti nevicate

Da mercoledì sera, i primi treni hanno iniziato a trasportare i turisti rimasti bloccati per quasi due giorni a Zermatt, nota località sciistica in Svizzera, a causa delle intense nevicate. Il servizio ferroviario è ripreso dopo che sono stati liberati i binari dalla neve e con il consenso dell’Ente nazionale per le valanghe, che ha valutato un livello ridotto di rischio nella zona, complice l’abbassamento della temperatura. Si stima che a Zermatt i turisti rimasti bloccati siano circa 13mila, quindi saranno necessarie diverse ore prima di poterli sfollare tutti. L’attività di buona parte degli impianti di risalita è stata bloccata negli ultimi giorni sempre per il rischio valanghe.

(KEYSTONE/Dominic Steinmann)