• Mondo
  • domenica 17 Dicembre 2017

Almeno 8 persone sono morte in un attentato suicida in una chiesa di Quetta, in Pakistan

A Quetta, una città nell’ovest del Pakistan, una persona si è fatta esplodere all’ingresso di una chiesa cristiana metodista uccidendo almeno 8 persone. Dopo l’esplosione un secondo attentatore ha attaccato i fedeli nella chiesa sparando, prima di essere ucciso dalla polizia: indossava anche lui una cintura esplosiva, ma non ha potuto attivarla perché la polizia lo ha fermato in tempo. Decine di persone sono state ferite. Al momento degli attacchi più di 200 persone si erano riunite nella chiesa per la cerimonia domenicale. L’attacco è stato rivendicato dallo Stato Islamico.

Quetta è il capoluogo e il più grande centro abitato della provincia del Belucistan, vicina al confine con l’Afghanistan, che nell’ultimo periodo è stata al centro di una serie di violenze, spesso causate dai Tehreek-e-Taliban Pakistan (TTP), cioè i Talebani pakistani.

L'ingresso della chiesa di Quetta, in Pakistan, dopo che un attentatore suicida si è fatto esplodere, il 17 dicembre 2017 (AP Photo/Arshad Butt)