• Cultura
  • domenica 19 Novembre 2017

L’Observer ha scritto che a inizio anno Harvey Weinstein fece una lista di decine di persone che avrebbero potuto accusarlo

L’Observer, l’inserto domenicale del Guardian, ha pubblicato una lista di 91 nomi che il produttore Harvey Weinstein riteneva potessero avere qualcosa da dire contro di lui riguardo alle molestie sessuali di cui è accusato. Weinstein ha 65 anni ed è ormai un ex potentissimo produttore cinematografico. Nelle ultime settimane è stato accusato da più di 90 donne di molestie sessuali e da alcune di stupro; sono state aperte indagini nei suoi confronti a Londra, Parigi e New York.

La lista (85 nomi sono su un documento; 6 su un altro, più recente) contiene i nomi di attori, attrici, agenti, produttori e altre persone del mondo del cinema che, secondo quanto scritto dall’Observer, Weinstein aveva individuato come persone che sapevano troppe cose sul suo conto e, nel caso avessero parlato, potevano fornire prove sui suoi comportamenti con le donne. L’Observer ha scritto che la lista sembra essere stata scritta da Weinstein in persona. Il documento sarebbe stato compilato nei primi mesi del 2017, quindi molti mesi prima della pubblicazione degli articoli sulle molestie di Weinstein da parte del New Yorker e del New York Times. Secondo quanto scritto dall’Observer, Weinstein diede la lista ad alcuni investigatori da lui assunti, per capire cosa sapevano quelle persone e cosa avevano intenzione di fare con quelle informazioni.

Tra i nomi della lista ci sono quelli di Rose McGowan (che ha accusato Weinstein di averla stuprata) e Laura Madden, anche lei una delle prime donne ad accusare Weinstein.

Harvey Weinstein (Alexander Koerner/Getty Images)