• Mondo
  • mercoledì 1 Novembre 2017

In Pakistan una donna è stata arrestata con l’accusa di aver ucciso 17 persone nel tentativo di avvelenare suo marito

La polizia pakistana ha arrestato una donna accusata di aver provocato la morte di 17 persone nel tentativo fallito di avvelenare suo marito, che aveva dovuto sposare contro la sua volontà a settembre. Il capo della polizia della città di Multan, Sohail Habib Tajak, ha detto che la donna aveva ottenuto del veleno dal ragazzo con cui stava prima di doversi sposare. Lo aveva sciolto in una bottiglia di latte nella speranza di farlo bere a suo marito, che però si era rifiutato di farlo. La madre dell’uomo, però, aveva usato il latte per fare un dolce che aveva poi offerto a una festa di famiglia. 27 persone lo hanno mangiato e 17 di loro sono morte avvelenate. Altre 10 sono ancora in ospedale.

Foto di archivio: un agente di polizia a Multan (SS MIRZA/AFP/Getty Images)