• Mondo
  • domenica 15 ottobre 2017

Quattro rifugiati rohingya sono morti calpestati da un elefante in un campo profughi

Sabato mattina, quattro rifugiati rohingya sono morti calpestati da un elefante in un campo profughi nella città bengalese di Cox’s Bazaar. Nel campo vivono decine di migliaia di rifugiati rohingya arrivati in Bangladesh dopo essere scappati dal Myanmar, paese in cui da alcune settimane sono stati cacciati con la violenza. Le quattro persone morte nell’incidente sono una donna, due bambine di nove e sei anni e un bambino di un anno. Altre sei persone sono state ferite.
La notizia della morte delle quattro persone è stata confermata dall’ufficio migrazioni bengalese che sta monitorando l’ingresso dei rohingya nel paese. Nei tweet è stata anche pubblicata una foto in cui si mostra un precedente avvistamento di un elefante nella zona.

Un cartello di pericolo segnala il passaggio di elefanti selvatici nei pressi di un campo profughi rohingya in Bangladesh (INDRANIL MUKHERJEE/AFP/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.