• Sport
  • giovedì 12 ottobre 2017

Il presidente del PSG Nasser al Khelaifi è indagato per corruzione in Svizzera

Il Pubblico ministero della Confederazione svizzera ha annunciato oggi che dallo scorso marzo il presidente del Paris Saint-Germain Nasser al Khelaifi e l’ex segretario generale della FIFA Jerome Valcke sono indagati per concorrenza sleale, truffa, amministrazione infedele e falsificazione di documenti nell’ambito dell’inchiesta sulla vendita dei diritti di trasmissione dei Mondiali di calcio dal 2018 al 2030. Con loro è indagato anche un uomo d’affari attivo nel settore dei diritti sportivi il cui nome non è stato però rivelato. Alle indagini collaborano autorità greche, francesi, italiane e spagnole, ed è stata resa nota anche la recente perquisizione della sede di Parigi di BeIN Sports, il network internazionale di canali sportivi a pagamento di cui al Khelaifi è attualmente presidente e amministratore delegato. Nel comunicato diffuso oggi, si legge: «Si sospetta che Valcke abbia accettato vantaggi indebiti da un uomo d’affari nel settore dei diritti dello sport in relazione all’assegnazione dei diritti di trasmissione per alcuni paesi dei Mondiali FIFA 2018, 2022, 2026 e 2030, e da Nasser Al-Khelaifi in connessione con l’assegnazione dei diritti validi in alcuni paesi dei Mondiali FIFA del 2026 e del 2030».

(ERIC PIERMONT/AFP/GettyImages)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.