Gigi Hadid sfila con un abito della collezione primavera/estate 2018 di Moschino, Milano 21 settembre 2017 (MARCO BERTORELLO/AFP/Getty Images)
  • Moda
  • venerdì 22 settembre 2017

Gigi Hadid tra i fiori per Moschino

Foto dalla sfilata disegnata dallo stilista Jeremy Scott, tra farfalle, berretti in pelle e tutù di piume

Gigi Hadid sfila con un abito della collezione primavera/estate 2018 di Moschino, Milano 21 settembre 2017 (MARCO BERTORELLO/AFP/Getty Images)

Jeremy Scott, il direttore creativo di Moschino, ha concluso con la modella Gigi Hadid la sfilata della sua collezione per la primavera/estate 2018 alla Settimana della moda di Milano: come se fosse un fiore tra i fiori di un bouquet. Come al solito gli abiti e accessori di Moschino erano coloratissimi e giocosi, e il tema della collezione erano appunto i fiori: le modelle impersonavano tulipani e farfalle e indossavano vestiti straripanti di rose o con stampate sopra fantasie di petali.

#GigiHadid walking for Moschino SS18. #MFW

Un post condiviso da Hadid News (@hadidnews) in data:

La sfilata era stata aperta dalla modella Kaia Gerber in giacca, berretto e stivali di pelle, a ricordare una famosa foto della madre Cindy Crawford scattata per Vogue da Peter Lindbergh nel 1991; il passaggio del tempo è stato segnato dalla maglietta azzurrina con stampato sopra il Mio Mini Pony e dalla gonna, una specie di tutù di piume.

Dopo Gerber sono arrivate tante altre “ballerine biker”, come le definisce Vogue, con bustini di seta, giacche di pelle, altri tutù eterei in colori pastello e ancora tante stampe dei Mini Pony, indossate anche da Scott quando si è presentato ad accogliere gli applausi in passerella alla fine della sfilata. «Voglio restare super ottimista perché devo trasmettere ottimismo alle persone»: è il senso di tutta la sfilata, spiegato in una frase dal suo disegnatore.

  ‪#BellaHadid walking for Moschino SS18. #MFW‬   Un post condiviso da Hadid News (@hadidnews) in data:

#GigiHadid and #BellaHadid walking for Moschino SS18. #MFW Un post condiviso da Hadid News (@hadidnews) in data:

  MOSCHINO!   Un post condiviso da Kaia (@kaiagerber) in data:

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.