• Mondo
  • venerdì 25 Agosto 2017

C’è un mandato di arresto per Yingluck Shinawatra, ex prima ministra della Thailandia

Un tribunale thailandese ha emesso un mandato d’arresto per l’ex prima ministra Yingluck Shinawatra, dopo che Shinawatra non si era presentata a un processo nel quale è imputata con l’accusa di corruzione. Il suo avvocato si è giustificato con il giudice dicendo che Shinawatra è malata – avrebbe del liquido in un orecchio – ma il giudice non gli ha creduto. In un comunicato diffuso da un giudice della Corte suprema si legge: «Non pensiamo che l’imputato sia malato. Pensiamo che l’imputato si stia nascondendo o che sia scappato». Se Shinawatra fosse condannata, rischierebbe fino a 10 anni di carcere e le sarebbe impedito per tutta la vita di fare di nuovo politica, perché così prevede la nuova Costituzione scritta dai militari. Shinawatra è stata prima ministra della Thailandia per tre anni, prima di essere estromessa nel 2014 durante il colpo di stato organizzato e compiuto dai militari.

Yingluck Shinawatra (AP Photo/Sakchai Lalit)