(H&M)
  • Moda
  • giovedì 30 marzo 2017

H&M ha una nuova marca, si chiama Arket

Il primo negozio aprirà a Londra in estate: venderà capi classici e di qualità e dentro ci sarà anche un bar

(H&M)

H&M, l’azienda svedese di abbigliamento fast fashion (cioè che produce e vende capi molto economici e molto alla moda), aprirà un nuovo marchio, chiamato Arket, che «offrirà prodotti contemporanei ed essenziali per uomini, donne, bambini e per la casa», spiega l’azienda. I negozi venderanno prodotti di Arket e una selezione di altri marchi che non vengono realizzati da H&M, e ospiteranno all’interno anche una caffetteria con cucina nordica.

Ulrika Bernhardtz, direttrice creativa di Arket, ha spiegato alla rivista di moda Business of Fashion che «il DNA del marchio è l’essere senza tempo, la freschezza, la qualità e il calore. L’essere senza tempo indica lo stile che non insegue le mode del momento. La freschezza è la sua controparte: essere sempre rilevanti e al passo coi tempi. La qualità non si riferisce solo ai prodotti ma anche a come vengono realizzati. Il calore si riferisce all’essere generosi e personali». Tradotto: Arket proporrà capi classici e di buona qualità, realizzati con maggiore attenzione all’ambiente.

Il primo negozio aprirà a Londra verso la fine dell’estate o a inizio autunno 2017; contemporaneamente si potrà acquistare online in 18 paesi europei. Nei mesi successivi verranno aperti negozi a Bruxelles, Copenaghen e Monaco. In svedese Arket significa “foglio di carta” e si riferisce, spiega sempre Bernhardtz «alle nostre origini e alla tradizione nordica di design funzionale e duraturo, indicando allo stesso tempo la pagina bianca, il senso di ottimismo e possibilità che sentiamo nel creare questa nuova marca».

H&M aveva già annunciato la creazione di due nuove marche nel 2017 e l’apertura di 430 nuovi negozi in giro per il mondo, tra cui cinque nuovi paesi: Kazakistan, Colombia, Islanda, Vietnam e Georgia. Tra le altre marche che controlla ci sono & Other Stories, Cheap Monday, COS, Monki, e Weekday.

TAG: , ,

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.