La Scuola Holden arruola per il nuovo biennio

Ci sono sette corsi diversi (per diventare scrittori, registi, giornalisti o nuovi tipi di narratori), 170 posti e tra i nuovi insegnanti Oscar Farinetti

La Scuola Holden, in piazza Borgo Dora, a Torino (Scuola Holden)

Il 1° marzo 2017 la Scuola Holden di Torino ha aperto le selezioni per gli studenti che frequenteranno i suoi corsi di “Storytelling & Performing Arts” nel biennio 2017/19. Si possono iscrivere al test di ammissione – con un modulo disponibile dal sito della scuola – studenti tra i 18 e i 30 anni, italiani e stranieri.
La Scuola Holden è stata fondata nel 1994 dallo scrittore Alessandro Baricco: all’inizio era una scuola di scrittura e la frequentavano studenti che aspiravano a diventare scrittori, ma ha successivamente esteso le sue discipline e da quattro anni si è trasferita in una sede più grande e ospita corsi rivolti alla formazione di sceneggiatori, registi, giornalisti, videomaker e autori e narratori in genere. I percorsi di studio (College nel gergo della Holden) per i prossimi due anni saranno 7 e i posti disponibili sono 170 posti: ogni candidato dovrà fare un test di ammissione. Le selezioni sono aperte fino al 30 settembre.

Cosa si impara alla Scuola Holden

I sette College della Scuola Holden per il prossimo biennio si chiamano: “Brand New”, “Cinema”, “Digital”, “Reporting”, “Scrivere”, “Serialità & TV” e “Storytelling”. Quello con la storia più lunga e da cui sono nati tutti gli altri in un certo senso è “Scrivere”, cioè il college in cui viene insegnato come si scrivono romanzi e racconti. Lo stesso Alessandro Baricco è tra gli insegnanti. Il college “Cinema” è invece quello pensato per chi vorrebbe fare lo sceneggiatore cinematografico, il regista o lavorare negli altri campi della produzione di film. La “Maestra” di questo College, cioè la sua insegnante principale, sarà la produttrice cinematografica Marta Donzelli, fondatrice della società Vivo Film.

“Maestro” di “Serialità & TV”, il college per gli aspiranti sceneggiatori di serie tv o altri tipi di programmi televisivi, sarà invece lo scrittore e sceneggiatore Alessandro Fabbri, che è tra i realizzatori della serie 1992 e ha scritto il soggetto del film Il ragazzo invisibile (2014) di Gabriele Salvatores. Non è ancora stato nominato il “Maestro” di “Reporting”, il College per aspiranti giornalisti, documentaristi e in generale narratori di storie vere: l’insegnante principale del biennio che è iniziato lo scorso autunno è l’ex direttore di Repubblica Ezio Mauro, e quello del biennio precedente era stato il giornalista Riccardo Luna.

“Brand New” è il College più nuovo di tutti, introdotto da quest’anno, ed è dedicato alla comunicazione legata a marchi e prodotti, di qualsiasi tipo. Non è necessario aver studiato economia e marketing per frequentarlo, ma il sito della scuola lo consiglia a chi abbia «una certa propensione per numeri e dati». Il “Maestro” del biennio in corso è Andrea Guerra, amministratore delegato di Luxottica dal 2004 al 2014 e dal 2015 presidente esecutivo di Eataly, e socio della Holden; il “Maestro” del prossimo biennio sarà invece Oscar Farinetti, l’imprenditore fondatore di Eataly e a sua volta socio della Holden. “Digital” invece è il College più innovativo pensato per le molte e varie professioni legate alla produzione di contenuti online: quelle in cui si usano app, siti e social network per raccontare storie, nell’ambito della comunicazione, della pubblicità ma anche di nuove forme d’arte. Come per “Reporting”, non è ancora stato indicato il “Maestro” del prossimo biennio; quello del biennio in corso è Michel Reilhac, dal 2002 responsabile di Arte France Cinéma e produttore dei film di Lars von Trier Melancholia e Antichrist.

Un discorso a parte è quello da fare per il college “Storytelling”: è diverso dagli altri perché tutte le lezioni sono esclusivamente in inglese e si svolgono in parte a Torino, in parte online. Gli argomenti affrontati nel corso sono in parte trasversali a quelli degli altri college: si studia narrativa, documentario, teatro, sceneggiatura, montaggio e altro ancora. Il programma del primo anno prevede che tra ottobre e dicembre del 2017 le lezioni si tengano a Torino, da gennaio a marzo del 2018 online, e poi da aprile a giugno del 2018 di nuovo a Torino. Questa formula è pensata sia per gli studenti stranieri provenienti da paesi extraeuropei che per quelli italiani per cui è più difficile di trasferirsi a Torino per lunghi periodi: naturalmente bisogna sapere molto bene l’inglese. Il “Maestro” per il prossimo biennio sarà lo scrittore americano di origine indiana Akhil Sharma, autore di Un padre obbediente e Vita in famiglia, pubblicati in Italia da Einaudi.

Come ci si iscrive alla Scuola Holden

La prima cosa da fare è compilare il modulo di iscrizione online – che alla Holden viene chiamato “application form”, in inglese – e scegliere una delle date in cui si svolgeranno i test di ammissione. Le prime date per fare il test a Torino sono il 18 e il 31 marzo, mentre il 25 marzo si potrà fare il test a Roma. Nei prossimi mesi saranno annunciate altre date (solitamente venerdì o sabati), sia a Torino che in altre città italiane, spesso in concomitanza di festival o eventi particolari. Le prove per gli studenti stranieri e gli italiani residenti all’estero, invece, saranno disponibili solo online. I test – che più che misurare le conoscenze dei candidati ne valutano le attitudini – durano tre ore e costano un’iscrizione di 10 euro.

Frequentare uno dei corsi biennali della Scuola Holden costa 10mila euro all’anno, fatta eccezione per il College “Storytelling”, che costa 8.000 euro all’anno. Sulla base dei risultati dei test d’ammissione saranno assegnate venti borse di studio da 4.000 euro totali. Inoltre la scuola dà la possibilità ai primi quaranta iscritti di chiedere un prestito con lode per coprire 6.000 euro della retta annuale, sia per il primo che per il secondo anno: chi ottiene il prestito deve versare 2.000 euro di acconto all’inizio di ciascun anno scolastico e cominciare a pagare le rate un anno dopo il diploma.

Tutte le informazioni sul procedimento di iscrizione si trovano anche sul sito della Scuola Holden, qui. Il primo giorno di scuola per i nuovi studenti sarà il 18 ottobre 2017.

Mostra commenti ( )