• Video
  • Questo articolo ha più di cinque anni

Abbiamo più cose in comune di quelle che pensiamo

La tv pubblica danese TV2 ha diffuso uno spot che sta avendo molto successo online: mostra un grande salone in cui sono state radunate alcune decine di persone, divise in alcuni rettangoli disegnati per terra in base a un elemento evidente che li accomuna. C’è un gruppo di persone in abiti eleganti e costosi, un altro di persone che indossano vestiti più anonimi, uno con uomini e ragazzi con tatuaggi e vestiti scuri, in un altro ci sono degli immigrati, in un altro degli anziani danesi, in un altro persone che vivono in campagna e in un altro ancora dei bambini e ragazzi di città. A tutti loro viene chiesto di rispondere onestamente ad alcune domande personali, e si creano così gruppi diversi e assortiti, uniti da criteri nuovi: quelli che erano il buffone della classe, per esempio, o quelli che credono di aver visto un UFO, quelli che amano ballare, quelli che si sentono soli.