• Cultura
  • mercoledì 30 Novembre 2016

Un librone di poster di concerti

Raccoglie più di 400 esempi di una forma d'arte che qui da noi vediamo poco, ma che fa parte dell'estetica di molte band che ascoltiamo

Negli Stati Uniti una delle cose più belle dei concerti delle band rock spesso non sono i concerti ma i poster che li accompagnano. C’è una consolidata tradizione di locandine bellissime e molto curate graficamente, che va avanti da decenni e che negli ultimi anni si è ravvivata soprattutto per merito delle band indie rock. Qui ne avevamo raccolte 60, bellissime. La raffinatezza delle locandine dei concerti è un fenomeno soprattutto americano: in Italia capita molto meno di vedere poster che meritino attenzione, se non nel caso di qualche concerto più underground.

La casa editrice Regan Arts ha pubblicato OMG Posters: A Decade of Rock Art, un libro che raccoglie più di 400 locandine di concerti scelte da Mitch Putnam, che ha fondato uno dei più apprezzati siti del settore, OMGPosters.com. I poster del libro sono edizioni limitate riprodotte in non più di 100 esemplari, e pubblicizzano i concerti delle più famose band internazionali che hanno dedicato attenzioni particolari ai loro poster, come i National, i Black Keys, Jack White, i Tame Impala, i Vampire Weekend. Nel libro ci sono anche delle interviste ad alcuni dei principali artisti di locandine in circolazione, come Kevin Tong, Mike Mitchell e quelli del DKNG Studios.

Le locandine che aveva raccolto il Post, anche queste molto belle: