• Video
  • domenica 20 novembre 2016

I colori dei film Marvel sono brutti?

Da qualche giorno sta avendo un buon successo su YouTube il video in cui lo youtuber Patrick (H) Willems spiega, con molti esempi, perché i film della Marvel – finora sono 14 – sono esteticamente brutti: o meglio, sono fatti in modo da non essere particolarmente memorabili per i loro colori. Il video inizia spiegando cos’è il color grading: è una cosa che si fa in ogni film, da anni, e serve – in breve – a quello a cui servono i filtri di Instagram, cioè a cambiare i colori dei film, per farli più belli, interessanti o estremi (pensate ai colori accesissimi di Mad Max: Fury Road). Il video spiega che i colori dei film Marvel sono quasi sempre piatti, senza forti contrasti tra colori e con i neri poco profondi: Willems mostra come potrebbero essere se avessero dei colori più vivaci, con una maggiore saturazione. Willems dice che non è chiaro perché Marvel usi i colori che usa, ma che sicuramente ci avrà pensato a lungo e avrà deciso che per qualche ragione funzionano meglio.

Nel suo video Willems cita anche un altro video in cui Tony Zhou spiegava perché anche le colonne sonore dei film Marvel sono per certi versi brutte: ne avevamo parlato qui.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.