Una ragazza cammina sotto la pioggia a Hong Kong (Alex Ogle/AFP/Getty Images)

Piove, piove

Sui giusti, sugli iniqui e su tutti gli altri in mezzo, come mostra questa raccolta fotografica da tutto il mondo: monsoni indiani, uragani in Florida, bambini felici e soldati fradici e tristi

Una ragazza cammina sotto la pioggia a Hong Kong (Alex Ogle/AFP/Getty Images)

Sotto la pioggia ci si bacia, si piange, si corre per non bagnarsi o si spalancano le braccia per bagnarsi di più, quando finalmente piove dopo giorni d’afa. Tutti ci siamo sentiti scoraggiati, prima o poi, a uscire di casa in un giorno di pioggia, quando fuori è tutto grigio e umido, ma da bambini ci siamo divertiti a saltare nelle pozzanghere, e c’è sempre che di nostalgico e confortevole nelle domeniche passate sotto le coperte, al caldo, “a sentire come viene giù”.

peanuts_sui_giusti_1

E poi la pioggia è, forse insieme alla neve, il fenomeno meteorologico più usato nei film, nei fumetti e nelle canzoni, e ce ne sono moltissime che potete ascoltare come colonna sonora sfogliando queste immagini da tutto il mondo: bambini che giocano a calcio sotto i monsoni indiani, la solitudine di un soldato nordcoreano di guardia in una piazza di Pyongyang, chi si fa fare una foto in piazza San Marco a Venezia con l’acqua alta, e gli atleti che saltano, corrono, competono incuranti di bagnarsi.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.