Un ristorante improvvisato nella "giungla", com'è chiamato il campo profughi di Calais, dove vivono da anni migliaia di migranti che sperano di ottenere asilo in Francia o raggiungere il Regno Unito attraversando la Manica. Il 12 agosto il tribunale amministrative di Lille dovrà decidere se accogliere la richiesta del dipartimento del Passo di Calais di chiudere i negozi e le attività aperte illegamente nel campo. (PHILIPPE HUGUEN/AFP/Getty Images)

Giovedì 11 agosto

Le foto di ieri, da riguardare

TAG:

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.