La cancelliera tedesca Angela Merkel e la presidente cilena Michelle Bachelet nel 2014 (Sean Gallup/Getty Images)

Quante donne governano nel mondo?

Dopo la sospensione di Dilma Rousseff ne sono rimaste 14

La cancelliera tedesca Angela Merkel e la presidente cilena Michelle Bachelet nel 2014 (Sean Gallup/Getty Images)

Il 12 maggio la presidente del Brasile Dilma Rousseff è stata sospesa dal suo incarico dal parlamento con l’accusa di aver truccato i bilanci dello stato; Rousseff è stata la prima presidente donna del Brasile. Il vicepresidente Michel Temer ha giurato da presidente ad interim con un governo composto da soli uomini. Così il numero delle donne che oggi ricoprono il ruolo di presidente o di prima ministra in uno dei 196 paesi del mondo è sceso a 14. La prima donna a essere stata prima ministra nella storia fu Sirimavo Bandaranaike (1916-2000), una politica dello Sri Lanka, che fu a capo del governo del suo paese per tre volte, dal 1960 al 1965, dal 1970 al 1977 e dal 1994 al 2000. La prima donna a servire come presidente invece è stata Isabel Perón, che succedette al marito Juan Perón in questo ruolo – prima era vicepresidente – dopo la sua morte, avvenuta il 1 luglio 1974.

La prima donna a essere eletta presidente è stata invece l’islandese Vigdís Finnbogadóttir: ricoprì il ruolo di presidente dell’Islanda dal 1980 al 1996 diventando la prima donna europea a essere presidente di un paese. Per quanti riguarda i soli stati europei, la prima donna a diventare prima ministra di un paese fu invece Margaret Thatcher (1925-2013), che guidò il governo del Regno Unito dal 1979 al 1990. Oggi ci sono cinque donne al mondo che ricoprono l’incarico di prime ministre e nove che invece sono presidenti. L’Italia non ha mai avuto né una donna presidente del Consiglio né una donna presidente della Repubblica.