(Jordan Strauss/Invision/AP)

La canzone che ha vinto i Golden Globes

È "Writing’s On The Wall" del giovane artista britannico Sam Smith: fra i nominati c'erano anche Ellie Goulding e David Lang

(Jordan Strauss/Invision/AP)

Nella notte fra domenica 10 e lunedì 11 gennaio sono stati consegnati i Golden Globes, importanti premi americani per la tv e il cinema assegnati ogni anno da un’associazione che riunisce i giornalisti internazionali che si occupano di cinema e tv. Fra i tanti premi, è stato consegnato anche quello per la migliore canzone originale presente in un film: l’ha vinto l’artista britannico Sam Smith con “Writing’s On The Wall”, presente nell’ultimo film della saga dell’agente segreto James Bond, Spectre. Le altre canzoni candidate al premio erano quattro: “Love Me like You Do” cantata da Ellie Goulding in Cinquanta sfumature di grigio,  “One Kind of Love” di Brian Wilson e Scott Bennett per Love & Mercy, “See You Again” cantata da Wiz Khalifa e Charlie Puth in Furious 7 e “Simple Song #3” di David Lang per Youth.

(Tutti i vincitori dei Golden Globes 2016)

In un’intervista con BBC, Smith – che ha 23 anni e finora ha pubblicato un solo disco – ha raccontato che la produttrice e il regista di Spectre lo hanno chiamato e gli hanno fatto leggere la sceneggiatura, e solo in seguito gli hanno chiesto di provare a scrivere una canzone. Smith ha detto che ci ha messo pochissimo a scriverla, circa 20 minuti, e che è subito piaciuta. Anche ai Radiohead era stato chiesto di scrivere una canzone per il film: nella versione finale di Spectre è stato però deciso di non inserirla, e loro l’hanno pubblicata separatamente alcune settimane dopo l’uscita nei cinema.