Un tratto della variante di valico dell'autostrada A1, inaugurata oggi, 23 dicembre 2015. ANSA/GIORGIO BENVENUTI

È stata inaugurata la variante di valico dell’A1

Dopo 11 anni di lavori è stato inaugurato un tratto autostradale che dovrebbe ridurre il traffico tra Bologna e Firenze

Un tratto della variante di valico dell'autostrada A1, inaugurata oggi, 23 dicembre 2015. ANSA/GIORGIO BENVENUTI

È stata inaugurata la cosiddetta “variante di valico” dell’autostrada A1, quella che collega Milano a Napoli passando per Bologna, Firenze e Roma. L’inaugurazione è avvenuta il 23 dicembre ed era presente il presidente del Consiglio Matteo Renzi. La variante di valico è un tratto autostradale ulteriore per l’A1 nella parte che collega Bologna a Firenze: il potenziamento serve ad alleggerire il traffico della zona. Secondo Autostrade sull’A1 tra Bologna e Firenze passano ogni giorno poco meno di 90mila veicoli, di cui circa 25mila sono camion e pullman.

La variante è sostanzialmente formata da tre raccordi autostradali: uno collega Casalecchio e Sasso Marconi; uno – il più grande – collega Sasso Marconi a La Quercia; uno collega La Quercia a Barberino. I lavori sono durati 11 anni: alcuni tratti erano già stati completati nel 2009 ma oggi è avvenuta l’inaugurazione completa, con la possibilità di passare effettivamente in macchina sul nuovo tratto. I lavori sono costati 3.966 milioni di euro (poco meno di 4 miliardi), anche se la stima preventiva era stata di circa 2 miliardi e mezzo. L’amministratore delegato di Autostrade Giovanni Castellucci si è detto comunque soddisfatto del costo dell’opera, sostenendo che normalmente per opere del genere i costi vengono triplicati, mentre per la variante di valico c’è stato un incremento «solo del 60 per cento». Secondo Castellucci anche i tempi di realizzazione sono stati soddisfacenti.

La mappa della variante di Valico

variante-del-valico-a1