• Cultura
  • giovedì 19 Novembre 2015

George Lucas dice che vorrebbe essere Jar Jar Binks

L'ha detto a Vanity Fair, dimostrando notevole autoironia (o un ammirevole coraggio)

George Lucas, regista e sceneggiatore americano celebre per aver creato la saga di Star Wars, ha dato una risposta bizzarra durante una recente intervista a Vanity Fair. A una giornalista che gli ha chiesto quale personaggio della saga di Star Wars vorrebbe essere, Lucas ha risposto: «Non lo so, mi piacciono tutti. Jar Jar Binks». Non è chiaro se Lucas stesse scherzando o meno (quelli di The Verge dicono di sì). La risposta è bizzarra perché Jar Jar Binks è probabilmente il personaggio meno apprezzato – per usare un eufemismo – dagli appassionati della saga.

Jar Jar Binks è un alieno umanoide chiacchierone con la testa simile a quella di una lumaca, che compare quasi solo nel primo film della “nuova trilogia”, La minaccia fantasma. Doveva sostituire i droidi C-3PO ed R2-D2 nella loro funzione di alleggerimento comico, ma non ci è mai riuscito: ne è venuto fuori un personaggio fastidioso e lontano dalla comicità raffinata dei due robot. I suoi tratti esuberanti e le difficoltà con l’inglese hanno ricordato a molti gli stereotipi che giravano decenni fa sui neri. Dopo che il suo personaggio è stato distrutto dai critici, Jar Jar Binks ha fatto una sola breve apparizione nel film successivo, L’attacco dei cloni, mentre non compare nemmeno nell’ultimo film della “nuova” trilogia, La vendetta dei Sith.

In passato Lucas aveva già difeso Jar Jar Binks, e spiegato che il suo personaggio era ispirato al personaggio Disney Pippo. J.J. Abrams, che ha preso il posto di Lucas come responsabile del progetto della nuova trilogia, in un’intervista di alcuni mesi fa ha fatto intuire che Jar Jar sia morto e che nel film potrebbe mostrare la sua tomba. Nelle ultime settimane, intanto, è diventata molto popolare fra gli appassionati di Star Wars un’intricata teoria secondo cui Jar Jar Binks è in realtà una potentissima spia alleata coi cattivi.