• Cultura
  • Questo articolo ha più di sette anni

Sta per finire “CSI: Las Vegas”

La prima e la più famosa delle serie di "CSI" sarà chiusa dopo 15 stagioni con un lungo episodio speciale (ma è appena iniziato un nuovo spin-off)

La rete televisiva americana CBS ha annunciato che CSI: Las Vegas, la serie “originale” della varie serie televisive poliziesche col marchio “CSI”, chiuderà dopo quindici stagioni con un episodio speciale di due ore che andrà il onda il 27 settembre negli Stati Uniti.

CSI: Las Vegas è stata una delle più famose serie televisive di ambito poliziesco degli ultimi vent’anni, la prima a raccontare il lato “scientifico” delle indagini (i personaggi principali fanno parte della polizia scientifica di Las Vegas). Il primo episodio è andato in onda negli Stati Uniti il 6 ottobre del 2000, mentre l’ultimo della quindicesima stagione è stato trasmesso negli Stati Uniti il 15 febbraio 2015. Negli anni la serie ha ottenuto un notevole successo e ha generato diversi spin-off. Dell’episodio speciale si sa ancora molto poco: secondo alcune voci potrebbero recitare una parte anche gli attori William Petersen e Marg Helgenberger, che nelle prime stagioni interpretavano i protagonisti Gil Grissom e Catherine Willows.

Fra il 2012 e il 2013 erano già stati chiusi anche i due spinoff principali della serie, CSI: New York e CSI: Miami. Il 4 marzo del 2015 è stata invece trasmessa la prima puntata di CSI: Cyber, una serie ambientata a Quantico, in Virginia, incentrata sui crimini informatici. Nel cast di CSI: Cyber farà parte anche Ted Danson, fra gli attori principali dell’attuale stagione di CSI: Las Vegas.

Fra la seconda e la sesta stagione – trasmesse rispettivamente nel 2001 e nel 2006 – CSI: Las Vegas ha ottenuto in media circa 23 milioni di spettatori a puntata solo negli Stati Uniti (e anche in Italia veniva trasmessa in prima serata con ottimi ascolti). La quindicesima stagione, invece, ha ottenuto negli Stati Uniti una media di 11 milioni di spettatori a puntata.