Le foto di Graziano Delrio che va al lavoro in bici, e senza mani

Il nuovo ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti è stato fotografato mentre pedalava per le vie di Roma, in maniera molto disinvolta (e violando il codice della strada)

Venerdì 3 aprile Graziano Delrio, il nuovo ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti che ha sostituito Maurizio Lupi, è stato fotografato mentre andava in bicicletta alla sede del Ministero in Piazzale Porta Pia a Roma. Delrio ha percorso via del Tritone e ha condiviso sul suo account Twitter alcune foto scattate in diversi punti del tragitto. In alcune foto lo si vede pedalare in maniera piuttosto disinvolta senza tenere le mani sul manubrio, cosa peraltro vietata dal codice della strada.

Graziano Delrio ha 54 anni e fino a oggi ha ricoperto il ruolo di sottosegretario alla presidenza del Consiglio, occupandosi del coordinamento di diversi ambiti ministeriali e delle politiche di coesione territoriale e dello sport. Nel precedente governo di Enrico Letta era già stato ministro alle Autonomie locali e regionali. Dal 2004 al 2013 è stato sindaco di Reggio Emilia e tra il 2011 e il 2013 ha avuto anche l’incarico di presidente dell’ANCI, l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani.

È laureato in endocrinologia e si è specializzato studiando nel Regno Unito e in Israele. Ha fondato ed è stato presidente dell’associazione “Giorgio La Pira”, con la quale ha promosso molte iniziative culturali e stretto rapporti con alcuni paesi del Medio Oriente. All’interno del Partito Democratico è considerato tra i principali sostenitori e promotori delle attività di Matteo Renzi, ancora prima che diventasse presidente del Consiglio e segretario del partito. Ha nove figli.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.