George R.R. Martin non è contento di chi teme che muoia prima di finire i suoi libri

«Penso che sia una domanda piuttosto offensiva, quindi che vadano affanculo», ha detto lo scrittore delle "Cronache del ghiaccio e del fuoco"

In un’intervista al quotidiano svizzero Tages-Anzeiger, lo scrittore statunitense George R.R. Martin – autore delle Cronache del ghiaccio e del fuoco, la saga da cui è tratta la serie tv Game of thronesha risposto così a una domanda sulla preoccupazione di molti lettori sulla sua capacità di terminare il settimo e ultimo libro della saga:

«Penso che sia una domanda piuttosto offensiva, sulle persone che speculano sulla mia morte e la mia salute. Quindi che vadano affanculo»

Martin, che ha 65 anni, ha accompagnato la frase mostrando il dito medio.

martin

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.