C’è una nuova storia di Harry Potter

A sette anni dall'ultimo libro della saga, J.K. Rowling ha raccontato cosa è successo a Harry, Ron ed Hermione, andati in Patagonia a guardare la Coppa del mondo di Quidditch

A sette anni dall’uscita dell’ultimo libro della saga di Harry Potter, la sua autrice J.K. Rowling ha pubblicato sul sito Pottermore un aggiornamento sulla sua vita da adulto, sotto forma di articolo scritto da un personaggio dei romanzi: la giornalista Rita Skeeter, che scrive per la Gazzetta del Profeta. Nell’articolo Harry Potter ha 34 anni e qualche capello grigio, ed è andato in Patagonia insieme agli amici Hermione e Ron e i figli James e Albus a guardare la finale della Coppa del mondo di Quidditch, lo sport più diffuso nel mondo dei maghi. L’articolo, che è lungo circa 1.500 battute, è anche una sorta di parodia del mondo giornalistico britannico – e non solo – interessato soprattutto a pettegolezzi e scandali. Si può leggere sia in italiano che in inglese – dopo essersi registrati, gratuitamente, su Pottermore – insieme agli altri scritti da Rowling e dedicati alla Coppa del mondo di Quidditch: l’ultimo sarà pubblicato l’11 luglio e sarà scritto da Ginny Potter – diventata giornalista – che racconterà la finale tra Brasile e Bulgaria.

«Ci sono VIP e VIP. Ne abbiamo viste di facce famose sugli spalti qui nel deserto della Patagonia: ministri e presidenti, Celestina Warbeck, perfino la controversa band americana Boccini Schiantati. Ogni volta si è scatenata la follia, mentre il pubblico faceva a gara per ricevere un autografo e qualcuno arrivava addirittura a lanciare Incantesimi Gettaponte per scavalcare tutti e raggiungere la tribuna VIP.

Ma quando tra campeggio e stadio si è cominciato a bisbigliare che in occasione della finale era arrivata la famigerata banda di maghi (non più gli sbarbatelli dei tempi d’oro, certo, ma comunque riconoscibili) l’eccitazione ha raggiunto il culmine».

(Continua a leggere su Pottermore)