La mostra di Luigi Ghirri a Reggio Emilia

Le immagini meravigliose di uno dei più grandi fotografi italiani del Novecento, esposte da oggi durante una manifestazione internazionale

Oggi alle 18 sarà inaugurata a Reggio Emilia la manifestazione internazionale Fotografia Europea, promossa dal 2006 dal Comune e dedicata alla fotografia come strumento di riflessione sul mondo contemporaneo. L’evento comprende conferenze, incontri e numerose mostre che ruotano ogni anno attorno a un tema diverso e attuale. Quello di quest’anno è Vedere. Uno sguardo infinito, e prende come punto di partenza le opere di Luigi Ghirri, uno dei più grandi fotografi italiani del Novecento, nato a Scandiano (in provincia di Reggio Emilia) nel 1943 e morto a Roncocesi nel 1992. Per l’occasione è stata allestita ai Chiostri di San Pietro la retrospettiva a lui dedicata Pensare per immagini, che espone 300 sue fotografie, oltre a una ricca selezione di cartoline, libri, riviste e dischi. La mostra è suddivisa in tre sezioni tematiche – Icone, Paesaggi, Architetture – ed è accompagnata da citazioni del fotografo, che aiutano il pubblico a comprendere meglio il suo lavoro.

Oltre a quella di Ghirri, il festival organizza molte altre mostre: dalle riflessioni sul libro fotografico di Adam Broomberg e Oliver Chanarin, alle immagini di moda di Sarah Moon, alle creazioni di Silvia Camporesi, Paolo Simonazzi e Andrea Ferrari. Alla manifestazione partecipa quest’anno anche la famosa agenzia fotografica internazionale Magnum Photos, che ha curato la retrospettiva di Herbert List, con un centinaio di opere.

Fotografia Europea si apre con tre giornate inaugurali di incontri, conferenze, workshop e visite guidate; le mostre saranno aperte fino a domenica 15 giugno. Sul sito della manifestazione è possibile consultare il programma, con le date degli eventi, delle mostre e delle numerose iniziative.