Fini critica Fratelli d’Italia: «Bambini cresciuti e viziati»

Il partito Fratelli d’Italia ha organizzato per sabato 8 e domenica 9 marzo il proprio congresso nazionale a Fiuggi, nella provincia di Frosinone. L’idea non è piaciuta a Gianfranco Fini, ex leader di Alleanza Nazionale, che proprio in quella città portò a termine la cosiddetta “svolta di Fiuggi” con un congresso nel 1995 che sancì la fine del Movimento Sociale Italiano – Destra Nazionale e l’inizio di una nuova destra conservatrice ed europea.

Dico ai Fratelli d’Italia di smetterla di scimmiottare la storia. Per sopravvivere e superare il 4% alle europee serve loro qualcosa di assai più convincente che una scampagnata semiclandestina a Fiuggi. La storia di AN, di cui anch’essi fanno parte, non merita di ripetersi in farsa.

Mi sembrano bambini cresciuti, e viziati, che vogliono imitare i fratelli maggiori senza capire che le condizioni in cui si trovano sono completamente diverse. Rischiano di far piangere, di rabbia e non certo di commozione, chi venti anni fa era consapevole di quel che stava accadendo a destra.