Circulation(s), giovane fotografia europea

12 immagini da un festival che ogni anno racconta l'Europa con il lavoro di giovani fotografi internazionali

Venerdì sera a Parigi sarà inaugurato Circulation(s), un festival di fotografia organizzato ogni anno dal 2011 e che propone una selezione di lavori di giovani autori europei. I fotografi sono selezionati sulla base dell’idea che i loro progetti raccontino un pezzo dell’Europa contemporanea. Circulation(s) è allestito al Centquatre-Paris, un importante spazio dedicato all’arte, e per tutta la sua durata sarà possibile visitare le mostre, fare delle letture-portfolio con esperti e professionisti, partecipare a workshop e laboratori.

I progetti selezionati quest’anno sono molto diversi tra loro e affrontano vari temi: il lavoro sull’identità “di classe” del fotografo irlandese Aisling Kane, la memoria e la cronaca in “Lampedusa or the extended desert” di Massimiliano Gatti, il paesaggio con la serie di fotografie di Katherine Longly (“Abroad Is Too Far”) sulle nuove città cinesi e il lavoro di Luca Lupi con la registrazione in serie dei differenti paesaggi costieri. Una parte consistente dei lavori selezionati è dedicata allo storytelling, il racconto di storie personali. Delphine Schacher, a metà strada tra reportage e racconto poetico, mostra la giovinezza in Transilvania; le fotografie di Vincent Gouriou mostrano quanto si possa raccontare di una persona attraverso un semplice ritratto.

Una sezione importante, sostenuta dal GAI, L’Associazione per il Circuito dei Giovani Artisti Italiani, è dedicata alla giovane fotografia italiana che nel 2013 nell’ambito del Festival Fotografia Europea ha messo in mostra il lavoro di 12 artisti sul tema Cambiare – Fotografia e Responsabilità. Tutto il programma del festival con le diverse mostre è pubblicato sul sito dell’evento.