• Internet
  • Questo articolo ha più di nove anni

Hashima su Google Street View

Su Google Maps ora ci sono le spettacolari immagini delle rovine sull'isola giapponese che negli anni '50 fu il posto più densamente popolato al mondo

Google ha di recente aggiunto l’isola giapponese di Hashima al suo servizio Street View, quello per vedere le fotografie panoramiche a livello stradale sulle sue mappe. Negli anni Cinquanta Hashima fu con ogni probabilità il posto più densamente popolato al mondo, con enormi edifici in cemento oggi in rovina e disabitati. Si trova all’estremità meridionale del Giappone e fu operativa a partire dal 1887, come miniera di carbone. Dopo la crisi del mercato del carbone, a metà degli anni Settanta l’isola fu abbandonata diventando nei decenni successivi un posto alquanto spettrale, visitato tuttavia ogni anno da molti turisti.

Per scattare le fotografie panoramiche, Google ha usato una versione alternativa della sua classica automobile con le macchine fotografiche montate sul tettuccio. La sfera contenente le fotocamere per le immagini a 360 gradi è stata collocata su uno zainetto, consentendo così a quelli di Street View di fotografare i palazzi, camminando con relativa agilità tra le rovine. Un sistema simile è stato già usato in altre occasioni per fotografare, per esempio, alcune delle montagne più alte del mondo, che ora possono essere viste su Street View.

Nel corso degli anni gli ambienti abbandonati di Hashima hanno ispirato diversi progetti creativi e artisti. Una parte di Skyfall, l’ultimo film di 007 con Daniel Craig, è stata ambientata su un set ispirato ai palazzi abbandonati di Hashima. Inizialmente la produzione del film aveva previsto di girare le scene direttamente sull’isola giapponese, poi per motivi pratici è stata scelta un’altra isola vicina a Macao. Molti palazzi che compaiono nel film sono stati aggiunti con la computer grafica e fanno in realtà parte di Hashima.