• Mondo
  • martedì 11 Dicembre 2012

Il primo ministro delle Cayman è stato arrestato

McKeeva Bush è accusato di corruzione e di avere importato illegalmente esplosivo

Il primo ministro delle Isole Cayman, McKeeva Bush, è stato arrestato oggi con l’accusa di corruzione. McKeeva Bush, 57 anni, eletto nel 2009 quando il Partito Democratico Unito (UDP) vinse le elezioni, è l’uomo politico ad aver trascorso più tempo nel parlamento locale, l’Assemblea Legislativa delle Isole Cayman, ed è anche ministro delle Finanze e del Turismo. Le Isole Cayman sono territorio britannico d’oltremare e sono considerate un paradiso fiscale: nelle isole vige infatti l’esenzione dalle imposte.

Le accuse nei confronti di Bush includono l’abuso d’ufficio, l’uso improprio di carte di credito del governo e l’importazione illegale di sostanze esplosive. Nel 2010 la polizia delle Cayman (Royal Cayman Islands Police Service) aprì un’inchiesta nei confronti di Bush per una serie di irregolarità finanziarie che risalivano al 2004. L’inchiesta si è poi allargata (i procedimenti a suo carico sono diventati tre) fino all’arresto di oggi.