Vigili del fuoco di Hemel Hempstead, Londra, con una versione femminile del mostro di Loch Ness, nel luglio del 1975. In quell’anno quattro vigili del fuoco si convinsero che il mostro di Loch Ness era un maschio e costruirono un esemplare femminile in cartapesta lungo 90 metri nella speranza di attirare il maschio. Il finto mostro – truccato e con ciglia finte – poteva soffiare fumo dalle narici e poteva emettere un richiamo amoroso per attirare il maschio (venne scelto quello di un tricheco maschio). Al suo interno era stata inserita una telecamera per filmare l’eventuale incontro con il mostro di Loch Ness. Il finto mostro però si danneggiò non appena venne messo in acqua, andando a scontrarsi contro il molo per una folata di vento particolarmente forte. Il progetto venne allora abbandonato. (Ian Tyas/Keystone Features/Getty Images)

  • giovedì 1 novembre 2012

Foto d’archivio

Le gran foto vintage pubblicate dal Post nel mese di novembre

TAG:

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.