• Mondo
  • giovedì 28 Aprile 2011

L’esplosione a Marrakech

Per il governo marocchino è stato un attentato terroristico: almeno quattordici persone sono morte

Alle 13 ora italiana quattro bombole di gas sono esplose nel caffè Argana di Marrakech, in Marocco, uccidendo almeno 14 persone. Il ministro degli Interni marocchino ha detto che si è trattato di un attentato terroristico.

L’esplosione avvenuta alle 10,30 (le 12,30 in Italia) nel caffè Aragana «è conseguenza di un attentato terroristico». A confermarlo è stato il ministero dell’Interno di Rabat, parlando in un secondo momento di «atto criminale». «Stiamo indagando sulla possibilità che l’esplosione possa essere di matrice terroristica» avevano dichiarato poco prima membri delle forze di sicurezza marocchine.

Una fonte della polizia ha spiegato che nel caffè del centro di Marrakesh sono esplose contemporaneamente quattro bombole di gas che hanno danneggiato tutto il primo piano del locale da cui gli avventori possono ammirare la celebre piazza della città marocchina Jamaa el Fna. L’esplosione, ha riferito Al Arabiya, è stata «molto potente» e vi sono brandelli di corpi sparsi per un ampio raggio.

(Continua a leggere su Corriere.it)