• Mondo
  • venerdì 5 Novembre 2010

Un travestimento quasi perfetto

Un ragazzo a Hong Kong ha ingannato i controlli in aeroporto mascherandosi da anziano per imbarcarsi e fuggire in Canada

Un uomo molto anziano sale a Hong Kong su un aeroplano diretto in Canada e quando arriva a destinazione scende dall’aereo visibilmente ringiovanito, con almeno sessanta anni di meno sulle spalle. Lo strano fenomeno si è verificato lo scorso 29 ottobre su un volo dell’Air Canada e non è passato inosservato. Dietro alla vicenda c’è la storia di un ragazzo asiatico pronto a tutto pur di abbandonare il proprio paese e raggiungere il Canada superando i controlli alla frontiera.

Prima di arrivare in aeroporto a Hong Kong, il ventenne ha indossato una maschera di silicone per mostrarsi molto più vecchio. La maschera, realizzata molto bene e simile a quelle utilizzate dagli esperti degli effetti speciali per il cinema, ha consentito al ragazzo asiatico di trasformarsi in un anziano molto rugoso e con i lineamenti occidentali. Così mascherato, il giovane ha superato i controlli di sicurezza e si è regolarmente imbarcato sul volo per Vancouver.

Dopo alcune ore di volo, il ragazzo ha deciso di mettere in atto la seconda parte del suo piano. È entrato in una delle toilette dell’aereo, si è levato la maschera e si è cambiato di abito per poi tornare al proprio posto. Alcuni passeggeri hanno notato la stranezza e hanno avvisato gli assistenti di volo, che hanno allertato le autorità canadesi. All’arrivo in Canada, il ragazzo è stato scortato dagli agenti per procedere alla sua identificazione.

Nel bagaglio del ragazzo, le autorità hanno ritrovato la maschera di silicone e gli abiti utilizzati per rendere più attendibile la messinscena. Stando alle informazioni raccolte dalla CNN, il giovane è ancora in stato di arresto per ulteriori accertamenti. Al momento non è ancora chiaro perché il passeggero trasformista abbia deciso di mettere in atto la mascherata per lasciare Hong Kong.

Le autorità del paese asiatico hanno annunciato un’indagine per capire come abbia fatto il ragazzo a passare il controllo dei documenti. Un’ipotesi, ancora da verificare, è che abbia utilizzato il biglietto di un altro passeggero complice più anziano, facendo utilizzare a quest’ultimo in sostituzione una carta per i programmi di raccolta delle miglia aeree.