A New York è comparso il murale di un pene gigante, ma è durato poco

A New York è comparso il murale di un pene gigante, ma è durato poco

Tra lunedì e martedì su un palazzo di Manhattan è stato dipinto un enorme murale – alto quattro piani – di un pene in erezione, rosso. Il murale è stato realizzato su una casa di Broome Street, in Lower Manhattan, dall’artista svedese Carolina Falkholt – che aveva già disegnato una vagina in Pike Street – su commissione di un’organizzazione locale di artisti. Falkholt ha spiegato al Guardian che il messaggio del murale era di «non vergognarsi del proprio corpo e di chi si è, come individui dotati di una sessualità». Molti residenti del quartiere – famoso per la street art di artisti famosi come Jean-Michel Basquiat, Keith Haring e Richard Hambleton – si sono però lamentati, e diversi rappresentanti delle associazioni locali hanno chiesto alle autorità di rimuoverlo. Alla fine, dopo più o meno 48 ore, il proprietario dell’edificio lo ha fatto coprire di vernice (Falkholt non aveva chiesto i permessi per realizzarlo).

La cartina dell’ISTAT che mostra dove si leggono più libri in Italia

La cartina dell'ISTAT che mostra dove si leggono più libri in Italia

Il 27 dicembre l’ISTAT ha diffuso il suo rapporto annuale sulla produzione e la lettura di libri in Italia e tra le varie – e poco sorprendenti – rilevazioni che ha fatto c’è quella sulla distribuzione geografica dei lettori, cioè delle persone con più di 6 anni che nel 2016 hanno letto almeno un libro non per ragioni scolastiche o professionali. La propensione alla lettura è strettamente legata al livello di istruzione e per questa ragione non stupisce che le percentuali più alte di lettori siano nelle regioni centro-settentrionali, ma la cosa curiosa è quali sono le regioni in cui ci sono più lettori in percentuale: non la Lombardia, che ha a Milano la città in cui si trovano quasi tutte le grandi case editrici, ma Trentino-Alto Adige, Friuli-Venezia Giulia e Valle d’Aosta, cioè tre regioni alpine.

Il trailer di “Principe Libero”, il film su Fabrizio De André

Il trailer di “Principe Libero”, il film su Fabrizio De André

È uscito il trailer di Principe Libero, un film che uscirà al cinema il 23 e il 24 gennaio (e solo in quei due giorni) e sarà trasmesso dalla Rai a febbraio, sulla vita del cantautore genovese Fabrizio De André. Il film è diretto da Luca Facchini e il protagonista è Luca Marinelli, famoso tra le altre cose per La solitudine dei numeri primi Lo chiamavano Jeeg Robot.

Nuovo Flash