• Sport
  • mercoledì 27 dicembre 2017

Ehi, stasera c’è il derby

Milan e Inter si giocano l'accesso alle semifinali di Coppa Italia in una partita secca, ed entrambe hanno molte ragioni per voler evitare a tutti i costi una sconfitta

Fabio Borini e Yuto Nagatomo nel derby di andata in campionato, vinto dall'Inter 3-2 (Xinhua/Alberto Lingria)

A poco più di due mesi di distanza dall’ultimo derby di Milano, questa sera Milan e Inter si affronteranno a San Siro per la terza volta nel 2017: non in Serie A, ma nei quarti di finale di Coppa Italia, che sono iniziati martedì e termineranno la prossima settimana. I quarti di finale di Coppa Italia si giocano in partite secche, senza andata e ritorno, e questo vuol dire che chi perde — ai tempi regolamentari, ai supplementari o ai rigori — viene eliminato, mentre chi vince prosegue alle semifinali. Si sa già che la vincente di stasera andrà a giocare contro la Lazio, che martedì ha eliminato la Fiorentina.

Con le dovute proporzioni, sia Milan che Inter hanno diversi motivi per non ritenersi soddisfatte delle loro ultime prestazioni, motivo per cui il derby di stasera è particolarmente importante per l’andamento stagionale di entrambe.

Sceso addirittura all’undicesimo posto in classifica e ancora alle prese con un andamento decisamente negativo nonostante la società abbia provato a invertirlo assumendo Gennaro Gattuso come allenatore, il Milan questa sera si presenterà ancora in campo con il 4-3-3 visto nelle ultime partite, ma con qualche cambiamento. Non ci sarà anzitutto il portiere titolare, Gianluigi Donnarumma, per via di un problema all’inguine: al suo posto giocherà Marco Storari, ex vice di Buffon alla Juventus. La difesa non subirà cambiamenti e sarà probabilmente composta dalla linea a quattro con Rodriguez, Bonucci, Romagnoli e Calabria. Rispetto all’ultima sconfitta in campionato, il centrocampo a tre sarà quasi completamente diverso: ci sarà Kessie, che però sarà affiancato dall’argentino Biglia e da Manuel Locatelli. In attacco l’unica punta sarà Kalinic, con Bonaventura e Suso — i due migliori titolari del Milan — sulle due fasce.

Nelle ultime partite il Milan ha forse peggiorato la qualità delle sue prestazioni rispetto all’inizio di stagione, quando ancora era allenato da Montella. Gattuso non ha dato nessuna nuova impostazione tattica alla squadra e tutte le difficoltà dei giocatori in campo si sono viste nell’ultima partita di campionato contro l’Atalanta, che invece è una squadra molto preparata, sotto tutti i punti di vista. Le contestazioni dei tifosi verso la squadra e la società si stanno intensificando e per questo motivo il derby di stasera sarà una partita molto delicata, a cui però il Milan si presenta senza grandi appigli, se non il fatto che una sconfitta potrebbe rendere ancora più pesante la situazione nel club.

Milan (4-3-3) Donnarumma; Calabria, Bonucci, Romagnoli, Rodriguez; Kessié, Biglia, Locatelli; Suso, Kalinic, Bonaventura

L’Inter di Luciano Spalletti, invece, sta avendo a che fare probabilmente con i suoi primi veri limiti. Dalla vittoria ai rigori contro il Pordenone in Coppa Italia, non ha più vinto una partita, sebbene non abbia disputato incontri particolarmente impegnativi: ha perso in casa contro l’Udinese e in trasferta contro il Sassuolo. In entrambe le sconfitte ha avuto difficoltà soprattutto a segnare: 26 tiri contro l’Udinese, 16 contro il Sassuolo ma un solo gol segnato. Icardi, centravanti titolare e miglior marcatore della squadra, sembra abbia bisogno di un valido sostituto, ma al momento in rosa non c’è un giocatore che possa rimpiazzarlo nel suo ruolo, nemmeno Eder, l’altro attaccante a disposizione, che ha caratteristiche diverse. Inoltre si sta notando l’assenza di un centrocampista bravo negli inserimenti e in grado di segnare con una certa regolarità, dato che Marcelo Brozovic, il centrocampista croato, non si è ancora dimostrato affidabile nel rendimento.

L’Inter stasera si presenterà in campo schierata con il 4-2-3-1 con cui gioca da inizio stagione, e con alcune novità. In porta giocherà Padelli e non Handanovic. In difesa, accanto a Skriniar, giocherà Ranocchia e non Miranda. Il terzino destro sarà il portoghese Cancelo, già titolare nella sconfitta di Sassuolo. A sinistra non ci sarà D’Ambrosio ma Nagatomo. Il centrocampo sarà composto da Vecino e Gagliardini, che insieme hanno dimostrato di essere la miglior coppia di centrocampisti a disposizione della squadra. Borja Valero verrà fatto riposare e come trequartista giocherà Joao Mario, che fin qui ha deluso ed è stato poco utilizzato: oggi avrà quindi la possibilità di riprendersi. I due esterni d’attacco saranno i soliti Perisic e Candreva, con Eder che potrebbe però prendere il posto del primo. In attacco, per forza di cose, ci sarà Icardi, autore della tripletta con cui l’Inter ha vinto il derby giocato ad ottobre.

Inter (4-2-3-1) Padelli; Cancelo, Skriniar, Ranocchia, Nagatomo; Vecino, Gagliardini; Candreva, Joao Mario, Eder; Icardi

Dove vedere Milan-Inter di Coppa Italia in diretta TV e in streaming

Mostra commenti ( )