• Cultura
  • giovedì 16 novembre 2017

Il bello dell’autunno è fotografarlo

O passare le ore a guardare foto di foglie colorate: queste per esempio sono degli ultimi giorni e sono bellissime

Correre e fare esercizi è così più bello: il posto è famoso, sono i Nishat Bagh, i giardini progettati nel Seicento dalla dinastia moghul sul Lago Dal, vicino a Srinagar, nello stato indiano di Jammu e Kashmir. (©Umer Asif/Pacific Press via ZUMA Wire)

Al Post, forse l’avrete capito, abbiamo un debole per l’autunno. Abbiamo provato a convincervi a passare dalla nostra con argomenti razionali, ma fosse per noi basterebbero le fotografie che ogni giorno scorriamo (e pubblichiamo) sui social network e che arrivano dalle agenzie fotografiche: è pieno di gialli, rossi, arancio, accesi o sfumati nella foschia del mattino, e tramonti dove i colori del cielo e degli alberi si confondono.

Daini in un campo coperto di brina nel parco di Fountains Abbey nel North Yorkshire, in Inghilterra, 6 novembre 2017
(LINDSEY PARNABY/AFP/Getty Images)

Il Post vi permette anche di fare i sapientini spiegando perché in inglese lo chiamano con due nomi diversi o perché le foglie diventano gialle, di cucinare ricette come la torta di patate dolci e il risotto alla zucca, e di collezionare copertine di riviste così. Insomma ancora una volta non ci capacitiamo di come qualcuno possa trovare grigio e poco affascinante questo periodo dell’anno: l’autunno si conferma la stagione più fotogenica, come mostrano le foto delle ultime settimane. Sfogliatele e avrete anche voi voglia di correre su tappeti di foglie colorate circondati da foglie colorate, giocare a lanciarvi quelle secche al parco, prenotare il primo volo per andare in Scozia a fotografare i cervi rossi in amore e addirittura chiedere ferie per il prossimo ottobre per ammirare dal vivo il suggestivo foliage del Midwest.

Mostra commenti ( )