Si parla già del nuovo iPhone 8

Caricamento senza fili, schermo senza cornici e altre cose che potrebbero far parte dell'iPhone del decimo anniversario

Un concept del nuovo iPhone 8 (ConceptsiPhone)

Il nuovo iPhone che Apple presenterà quest’anno è più atteso del solito, perché il 2017 è il decimo anno dall’arrivo sul mercato dello smartphone più conosciuto al mondo, che – nel bene e nel male, insieme ai successivi telefoni Android – ha cambiato profondamente le abitudini di milioni di persone, a partire dalla possibilità di avere in tasca Internet e la sua enorme quantità di informazioni. Il nuovo iPhone 8, ammesso che alla fine si chiami così, non sarà presentato prima di settembre, ma da alcuni mesi circolano notizie e anticipazioni non ufficiali su come sarà fatto. Le informazioni arrivano da analisti, fornitori e produttori dei componenti che saranno utilizzati negli iPhone, fonti di solito molto affidabili dei siti di tecnologia che si occupano di cosa fa Apple. Seppure da prendere con le molle, le indiscrezioni uscite finora aiutano a farsi un’idea su cosa aspettarsi, e potrebbero tornare utili a chi sta valutando se cambiare adesso smartphone o attendere ancora qualche mese.

Nuovo design
Gli iPhone 8 dovrebbero avere un design diverso dagli ultimi modelli, soprattutto per quanto riguarda i materiali utilizzati. Secondo più fonti, Apple tornerà a utilizzare il vetro anche nella parte posteriore del telefono, come era stato fino all’iPhone 4s, presentato nel 2011. Rispetto ad allora la produzione di vetri più sottili e resistenti ha fatto numerosi progressi, quindi un rivestimento di questo tipo sarebbe meno fragile e pesante rispetto al passato. Apple potrebbe inoltre realizzare un modello più costoso con rivestimento in vetro e altre due versioni più economiche, con un involucro di altro materiale. Ma su questo punto ci sono pareri discordanti: Ming-Chi Kuo di KGI Securities, di solito molto bene informato su queste cose, dice per esempio che tutti i modelli saranno rivestiti con il vetro, con una cornice di acciaio per il modello più costoso e di alluminio per gli altri. I cambiamenti al design dovrebbero inoltre migliorare la resistenza degli iPhone 8 all’acqua rispetto agli attuali iPhone 7.

Schermo
Nelle ultime settimane ci sono state notizie ricorrenti sul fatto che Apple possa presentare tre modelli di iPhone 8, quindi uno in più rispetto alla ormai classica offerta di un telefono più piccolo e di uno con schermo più grande, chiamato “Plus”. I tre modelli cambierebbero a seconda delle dimensioni dello schermo: 4,7 pollici, 5,5 pollici e infine una nuova versione con schermo OLED che ricopre tutto il fronte del telefono e senza cornici, quindi di dimensioni un po’ più grandi di quello da 4,7 pollici (il formato dello smartphone non cambierebbe).

Gli schermi OLED offrono una migliore resa dei colori e possono ridurre il consumo della batteria, ma sono più costosi e la loro produzione è più complicata, motivi che per ora hanno trattenuto Apple da utilizzarli per i suoi telefoni. Di recente è stata comunque confermata la notizia di un accordo con Samsung per produrre 160 milioni di schermi OLED, da utilizzare nei dispositivi Apple a partire da quest’anno, un indizio piuttosto consistente secondo molti siti di tecnologia. Non ci sono invece notizie chiare sul formato di questi schermi, alcune fonti parlano di OLED da 5,5 pollici, mentre altre di 5,8 pollici. Apple sta terminando la progettazione del suo smartphone, quindi non è escluso che stia ancora valutando più alternative. L’ipotesi più ricorrente è che Apple metta in vendita iPhone con i classici schermi LCD e una versione premium, più costosa, con OLED.

Sempre Kuo, dice che la versione OLED dovrebbe avere uno schermo da 5,8 pollici che copre interamente la parte frontale del telefono, eliminando il tasto “Home”, sostituito da un’area touchscreen per tasti funzione. Questa soluzione consentirebbe di avere uno schermo più grande, senza dovere ingrandire il formato classico degli iPhone. La possibilità che lo schermo sia curvo, altra caratteristica ottenibile con gli OLED, per ora viene esclusa.

iphone8-schermi

Carica wireless
Apple si è da poco unita al Wireless Power Consortium, l’organizzazione che promuove lo sviluppo degli standard per i sistemi di ricarica senza fili. La notizia è arrivata dopo settimane di indiscrezioni sul fatto che i prossimi iPhone potranno essere caricati senza la necessità di collegarli fisicamente a un caricatore. C’è però molta confusione su come possa funzionare il sistema: per alcuni sarà simile a quelli già sperimentati da Samsung e altri produttori, quindi a induzione (la carica avviene appoggiando il telefono su una superficie collegata alla corrente elettrica), mentre per altri sarà un sistema di ricarica a medio-lungo raggio, una sorta di WiFi ma per la ricarica della batteria. Questa seconda opzione sarebbe un progresso notevole nei sistemi di ricarica, ma le tecnologie per realizzarla non sono ancora molto avanzate e presentano diversi problemi di affidabilità.

Batteria
La durata della batteria è il punto debole di quasi tutti gli smartphone, anche dei più costosi e avanzati. Gli attuali iPhone 7 offrono in media una buona durata e coprono un’intera giornata, salvo non si faccia un uso molto intensivo del telefono, ma smartphone che durino più a lungo continuano a essere la principale richiesta degli utenti. I nuovi iPhone 8 dovrebbero avere una batteria più grande e capiente, con sistemi di risparmio energetico migliori. Si parla di una durata per gli iPhone paragonabile a quella degli iPhone Plus, che essendo più grandi possono ospitare una batteria di maggiori dimensioni.

Fotocamera
Non sono previsti particolari cambiamenti per la fotocamera, uno degli strumenti più popolari e di successo degli iPhone. La versione con due obiettivi, che permettono di avere uno zoom ottico, continuerà a essere disponibile solo sugli iPhone Plus e secondo alcuni sul nuovo modello OLED.

Touch ID e non solo
Secondo Rod Hall, un analista di JP Morgan, i nuovi iPhone 8 non avranno il classico tasto Touch ID, cioè il tasto Home su cui è stato inserito un lettore per le impronte digitali che serve per sbloccare il telefono (sugli iPhone 7 non è nemmeno un tasto vero e proprio). Per sbloccare lo smartphone sarà sufficiente osservarne lo schermo, mentre uno scanner laser esegue una lettura tridimensionale del volto, autorizzando l’accesso se l’immagine 3D corrisponde a quella registrata dal proprietario sul telefono. Alcuni giudicano questa previsione troppo avveniristica e parlano invece di un nuovo tipo di sensore, sempre per le impronte digitali, inserito alla base dello schermo: una sorta di tasto virtuale.

Il resto
I nuovi iPhone 8 avranno una nuova versione del “taptic engine”, il piccolo motore magnetico che serve per dare l’idea di schiacciare fisicamente dei tasti sul telefono e ricevere feedback di vario tipo attraverso le vibrazioni: offrirà sensazioni tattili più realistiche, anche per quando si utilizza il 3D Touch (il sistema che riconosce la forza che viene esercitata quando si tocca lo schermo, offrendo a seconda dei casi opzioni aggiuntive e scorciatoie). Siri, l’assistente personale, dovrebbe ricevere un nuovo aggiornamento per interagire meglio con le applicazioni e dare risposte più complete. Molte novità legate a Siri dipenderanno comunque dalla nuova versione di iOS, il sistema operativo degli iPhone e degli iPad, che sarà presentata a inizio giugno da Apple durante la Worldwide Developers Conference, organizzata quest’anno a San Jose, in California.

Mostra commenti ( )