• Cultura
  • mercoledì 25 maggio 2016

I libri più venduti di Taschen

L'edizione economica del libro più costoso del Novecento e i consigli di viaggio del New York Times, tra gli altri

Una libreria di Taschen a Springfield, nel mondo dei Simpsons.

Arte, Antropologia e Afrodisiaci: questi sono i temi di cui si occupa Taschen, stando alla descrizione sul profilo Instagram della casa editrice. Fondata nel 1980 da Benedikt Taschen a Colonia, in Germania, pubblica per lo più libri di grande formato, i cosiddetti “coffee table books“, cioè quei volumi pensati più per essere mostrati e sfogliati in un salotto o in una sala d’attesa che per essere letti. Molti libri pubblicati da Taschen sono monografie dedicate ad artisti, contemporanei e no, altri sono biografie di personaggi famosi, come il cantautore Bob Dylan o la modella Gisele Bündchen; altri ancora raccontano la cultura pop: i tatuaggi, il surf o i fumetti dei supereroi.

Taschen pubblica in 32 lingue diverse, spesso il testo di uno stesso libro è in più lingue: inglese, francese e tedesco oppure italiano, spagnolo e portoghese. Il nuovo libro dedicato allo stilista giapponese Issey Miyake, ad esempio, è in inglese e in giapponese. Altre edizioni sono invece monolingua, come le monografie di artisti Basic Art.

I libri più venduti di Taschen

Dei libri più venduti da Taschen in tutto il mondo, quattro sono su grandi artisti del passato e due su importanti fotografi del Novecento; poi c’è una sorta di guida turistica, un altro sulla storia dei simboli e uno su James Bond. Ce ne sono due dedicati al sesso, uno degli argomenti preferiti di Benedikt Taschen proposto in molti volumi Taschen, apprezzati e contestati (come per esempio la monografia del fotografo giapponese Nobuyoshi Araki, con molti ritratti di donne nude e legate).

La storia e i prezzi di Taschen

Taschen ha una storia di successo imprenditoriale piuttosto rara in un momento di crisi dell’editoria, considerando anche che è stata fondata meno di 40 anni fa. Inizialmente era un negozio di fumetti, poi nel 1984 Benedikt Taschen (che aveva poco più di 20 anni) comprò per una cifra molto bassa una giacenza di 40mila copie di un libro sul pittore René Magritte: vendendole al doppio del prezzo che gli erano costate mise da parte una somma sufficiente per fondare la casa editrice (che ebbe tra i suoi primi successi il libro di fotografie di Annie Leibovitz). Oggi Taschen pubblica circa 100 titoli all’anno.

Taschen ha pubblicato anche il libro più caro del XX secolo: l’edizione limitata dalla monografia del fotografo Helmut Newton, SUMO (1999), che costava 15mila euro (ora andato esaurito). È un grande volume – è largo 50 centimetri, lungo 70 e pesa 30 chili – di cui esistono solo 10mila copie al mondo; ognuna è autografata da Newton, morto nel 2004. Nel 2000 la copia numero 1 di SUMO fu venduta all’asta a Berlino per l’equivalente di 317mila euro. L’idea di pubblicare SUMO fu di Benedikt Taschen, ha spiegato al Post la figlia Marlene Taschen, che ha anche detto che sempre più spesso i libri nascono da proposte esterne (ne arrivano centinaia ogni settimana).

Molti libri di Taschen costano più di 500 euro. Ad esempio l’edizione da collezione (autografata) di NAOMI, dedicato alla supermodella Naomi Campbell e da poco pubblicato, costa 2.000 euro; le 9.000 copie dell’edizione limitata di GOAT, il libro tributo al pugile Muhammad Ali, arrivano a 4.000 euro. Esistono anche edizioni economiche, come quelle della collana Bibliotheca Universalis, che raccoglie un centinaio dei libri più apprezzati e famosi in formato tascabile, in vendita a 14,99 euro. Anche i volumi di Basic Art sono abbordabili: il prezzo di listino è 9,99 euro.

benedikt taschen naomi campbellL’editore tedesco Benedikt Taschen e la modella Naomi Campbell alla presentazione del libro NAOMI al Diamond Horseshoe di New York, il 7 aprile 2016 (Jamie McCarthy/Getty Images for Marc Jacobs International, LLC)

I libri più impegnativi da realizzare sono quelli sui personaggi famosi: per esempio quello su Naomi Campbell ha richiesto 7 anni e mezzo. Le edizioni limitate, quelle da collezione che sono autografate e quindi più costose, hanno molte difficoltà: le 1.600 copie in edizione limitata di The Rolling Stones hanno richiesto tre anni di tempo per essere firmate da tutti i membri della band.

I libri di Taschen più amati in Italia

In tutto il mondo esistono 11 negozi che vendono solamente i libri di Taschen; in Italia ce n’è uno e si trova a Milano, in via Meravigli 17. Se si considera il solo mercato italiano – dove i libri di Taschen sono distribuiti da Logos Edizioni – i titoli più venduti sono un po’ diversi da quelli più apprezzati nel resto del mondo, fatta eccezione per GenesiIl libro dei simboli. Gli altri libri più venduti in Italia sono Alchimia e mistica di Alexander Roob, The Polaroid Book di Barbara Hitchcock, la monografia di Frida Kahlo curata da Andrea Kettenmann, Fotografia del XX secolo di Steven Heller e Jim Heimann, la monografia di Vincent Van Gogh a cura di Rainer Metzger e Ingo F. Walther, ed Escher. Grafica e disegni dedicato all’incisore e grafico olandese Maurits Cornelis Escher (1898-1972), quello famoso per le architetture impossibili. Il libro dedicato a Escher uscirà a breve in una nuova edizione nella collana Basic Art.

Mostra commenti ( )