Città senza città

In Cina prima vengono costruite per intero, e poi vengono abitate: Kai Caemmerer le ha fotografate nel momento di mezzo

Unborn cities

Unborn Cities è un progetto del fotografo Kai Caemmerer, che mostra la struttura architettonica e la crescita di nuove città nel centro della Cina continentale, secondo un modello urbano diverso da quello occidentale.

Caemmerer ha spiegato che a differenza di molte città occidentali – che iniziano a svilupparsi partendo da piccole aree di sviluppo urbano e crescono poi con le industrie locali, raccogliendo anno dopo anno intorno a sé una comunità e una storia – le aree fotografate sono costruite quasi interamente prima che le persone vadano a viverci. Per questo motivo c’è un periodo di mezzo tra la fase di sviluppo e quella finale in cui la maggior parte degli edifici rimane vuota, in attesa. Durante questa fase le nuove aree vengono descritte dai media come ”città fantasma”, un termine che secondo Caemmerer non tiene conto del fatto che sono costruite su un modello urbano e una linea temporale a sé stanti, diversi dai metodi occidentali di urbanizzazione. Con le sue immagini, Caemmerer ha voluto descrivere proprio il momento dell’attesa: «Riflettono il senso invertito della realtà che si avverte in una città che deve ancora essere abitata dalla gente per cui è stata costruita; “una città senza una città” che, al momentosembra più simile a un modello architettonico che a un posto per vivere».

Mostra commenti ( )