Presentazione simbolo Centro Democratico

“Centro Democratico”, la lista di Tabacci

Oggi è stata presentata una lista che sarà alleata del PD, con un simbolo che somiglia a quello del PD, e c'erano dirigenti ed ex dirigenti del PD

Oggi a Roma è stata presentata “Centro Democratico”, lista/movimento politico promossa da Bruno Tabacci e Massimo Donadi. Tabacci è assessore al Bilancio del comune di Milano ed è stato candidato alle primarie del centrosinistra, dove ha preso l’1,4 per cento risultando il meno votato. Donadi è stato a lungo capogruppo alla Camera dell’Italia dei Valori. Alla presentazione sono intervenuti anche Enrico Letta e Maurizio Migliavacca, rispettivamente vicesegretario e responsabile organizzativo del Partito Democratico. Centro Democratico sarà alleato con il PD alle prossime elezioni politiche.

La sigla “CD” nel simbolo della lista ha delle somiglianze grafiche col simbolo del PD. In sala era presente anche Francesco Rutelli, ex presidente della Margherita e fondatore di Alleanza per l’Italia, che ha sostenuto Tabacci alle primarie. “Diritti e Libertà”, il cui nome appare sul simbolo, è il nome del partito fondato da Massimo Donadi insieme ad altri dirigenti usciti dall’Italia dei Valori.

”Noi non giochiamo sul centro come luogo geometrico o come luogo della furbizia. Noi facciamo parte dell’alleanza sinistra-centro con cui si presenta la coalizione guidata da Pier Luigi Bersani. Quanto a Vendola, per fortuna che c’e’. Penso a lui come uomo di governo, come presidente della Regione Puglia. Penso pure a Giuliano Pisapia, di cui si diceva fosse un estremista prima di diventare sindaco di Milano”. Bruno Tabacci, gia’ presente nelle primarie del centrosinistra per la scelta del candidato a premier, presenta cosi’, presso l’Hotel Nazionale a Roma, la lista e il raggruppamento ‘Centro democratico’, avvertendo che presto si dimettera’ da assessore al Bilancio del Comune di Milano. ”Il nostro centro non fara’ da ruota di scorta alla sinistra. Non candideremo chi ha anche solo un rinvio a giudizio”, avverte Tabacci.

Cofondatore di Centro democratico e’ Massimo Donadi, ex capogruppo dell’Idv a Montecitorio: ”Noi assumiamo le nostre responsabilita’ in una logica bipolare. Vogliamo rafforzare il centrosinistra. L’Italia ha bisogno di un governo politico per tornare a crescere. Servono riforme radicali con il contributo di una cultura liberaldemocratica”. Donadi annuncia per il prossimo 12 gennaio un’assemblea nazionale del nuovo soggetto politico. Enrico Letta, vicesegretario del Pd, interviene per sostenere l’iniziativa di Tabacci e Donadi: “Esprimo una forte condivisione del progetto di Centro democratico. Noi siamo a favore del gioco di squadra”.

(continua a leggere sul sito dell’ASCA)