• Mondo
  • martedì 26 luglio 2011

I bambini somali muoiono di fame

Le spaventose immagini dei campi profughi in Kenya e Somalia

Nel campo profughi di Dadaab, in Kenya (AP Photo/Schalk van Zuydam)

“Mihag Gedi Farah ha sette mesi, pesa come un neonato e ha la pelle consumata di un vecchio”, racconta un articolo dell’Associated Press su uno dei bambini raffigurati in queste foto. Secondo gli esperti che seguono l’emergenza in Somalia, 800 mila bambini sono a rischio della vita nel Corno d’Africa. Solo pochi di loro sono arrivati negli affollatissimi campi profughi del Kenya (soprattutto in quello famigerato di Dadaab). La drammatica carestia che ha colpito i luoghi dove vivono è aggravata dalle guerre e le violenze – sono aree in gran parte controllate dalle milizie delle organizzazioni islamiste di al-Shabaab – che impediscono alle istituzioni internazionali e ai gruppi di volontariato di intervenire. L’ONU ha dichiarato ufficialmente la carestia e lo stato di emergenza pochi giorni fa e dovrebbe cominciare questa settimana a distribuire razioni di cibo nelle zone del sud della Somalia più in difficoltà, ma gli ostacoli sono molti: nessuna rete sul territorio, molti campi minati a rendere pericolosi i trasporti di aiuti via terra. Una lista di organizzazioni che raccolgono contributi per intervenire è online qui.

– Breve storia di al-Shabaab
Le foto del campo profughi di Dadaab

Mostra commenti ( )