• Mondo
  • giovedì 2 marzo 2017

L’esercito siriano ha riconquistato Palmira

Di nuovo, per la seconda volta nell'ultimo anno, cacciando lo Stato Islamico e grazie all'appoggio aereo della Russia

Palmira (LOUAI BESHARA/AFP/Getty Images)

La stampa russa e il governo siriano hanno detto che Palmira, la città della Siria centrale che negli ultimi due anni è stata contesa dagli alleati del regime di Bashar al Assad e dallo Stato Islamico, è stata riconquistata dall’esercito siriano. I soldati fedeli ad Assad sono riusciti, di nuovo, a cacciare i miliziani dello Stato Islamico dalla città, conosciuta anche al di fuori della Siria per il suo imponente sito archeologico, oggi andato in parte distrutto.

Da un punto di vista strategico, Palmira non ha un’importanza fondamentale per l’andamento della guerra, ma è anche uno dei pochissimi centri urbani nei quali si sono scontrati finora l’esercito di Assad e lo Stato Islamico. Palmira era finita sotto il controllo dello Stato Islamico nel maggio 2015, prima di essere ripresa dal governo siriano nel marzo 2016 e nuovamente persa nel dicembre 2016. Fino alla riconquista annunciata oggi.

Mostra commenti ( )