kim-jong-il

Tutti i titoli di Kim Jong-Il

Da "Grande uomo, disceso dal Paradiso" a "Più alta incarnazione dell'amore cameratesco della rivoluzione"

kim-jong-il

La televisione di Stato nord coreana ha annunciato oggi la morte di Kim Jong-Il, dittatore della Corea del Nord dal 1994, anno in cui aveva ereditato il potere dal padre Kim Il-Sung. Molto rispettato, almeno nell’apparenza e grazie alla propaganda nel suo paese, Kim Jong-Il ha accumulato in quasi 17 anni di dittatura numerosi titoli ricevuti dai funzionari del suo partito e in altri casi autoattribuiti. Studiosi e appassionati delle vicende nord coreane nel tempo li hanno raccolti e catalogati.

– Centro del Partito
Fu il primo titolo attribuito a Kim a partire dal 1973, quando fu segretamente nominato dal padre come suo successore. Veniva usato nei giornali per non rivelare l’identità di chi avrebbe un giorno preso il posto di Kim Il-Sung.

– Persona superiore
Fu utilizzato a partire dalla metà degli anni Settanta, da quando furono avviati i primi piani per la successione al potere.

– Caro Leader
Era probabilmente il titolo con cui Kim Jong-Il era più conosciuto non solo in patria, ma anche all’estero.

– Rispettato Leader
– Leader Intelligente
– Leader Geniale
– Unico Leader

Anche questi titoli iniziarono a essere attribuiti a Kim Jong-Il nella seconda metà degli anni Settanta.

– Caro Leader, perfetta incarnazione dell’apparenza che dovrebbe avere un leader
Fu utilizzato a partire da metà degli anni Ottanta, ma veniva utilizzato solo in particolari occasioni politiche e di rappresentanza.

– Comandante in capo
Fu attribuito a Kim Jong-Il quando divenne il futuro Comandante delle forze armate nord coreane, nella seconda metà degli anni Ottanta.

– Grande Leader
Insieme a “Caro Leader”, era uno dei titoli più usati dalla stampa.

– Padre del popolo
Fu utilizzato per la prima volta nel 1986.

– Sole del Futuro del Comunismo
– Stella splendente della Montagna Baitou
– Raggio di sole che ci guida

Furono usati a partite da metà anni Ottanta. La Montagna Baitou è la cima più alta delle due Coree. Supera i 2.744 metri e si trova al confine tra Corea del Nord e Cina. È riverita da diverse popolazioni locali.

– Leader della Forze armate rivoluzionarie
– Garante dell’unione delle terre dei padri
– Simbolo dell’unione delle terre dei padri
– Speme della nazione
– Padre amato
– Leader del Partito, del paese e dell’esercito

Furono usati in diverse occasioni a partire dal dicembre del 1991, quando Kim Jong-Il divenne ufficialmente il Comandante in capo dell’esercito.

Leader
Quando morì Kim Il-Sung, il titolo iniziò a essere usato per riferirsi direttamente al figlio Kim Jong-Il

Generale
Era uno dei titoli più comunemente utilizzati, specialmente a partire dal 1994.

– Grande Leader del nostro Partito e della Nazione
– Grande generale
– Generale amato e rispettato

Anche questi titoli furono usati a partire dalla seconda metà degli anni Novanta.

– Comandante sempre vittorioso e dalla volontà di ferro
– Sole del socialismo
– Sole della nazione
– Il grande sole della vita

Furono usati a partire dal 1997, dopo la fine dei tre anni di lutto indetti per la morte di Kim Il-Sung.

– Grande sole della nazione
– Padre della nazione

A partire dal 1999 furono usati questi titoli, anche in seguito all’approvazione della nuova Costituzione l’anno precedente.

– Leader del mondo del 21esimo secolo
– Leader senza pari
– Sole splendente del 21esimo secolo
– Grande sole del 21esimo secolo
– Leader del 21esimo secolo
– Politico meraviglioso
– Grande uomo, disceso dal Paradiso
– Supremo Leader della nazione
– Sole splendente di Juche

Furono usati a partire dal 2000. Il termine “Juche” indica l’ideologia ufficiale della Corea del Nord, lo “spirito di autorealizzazione” del paese.

Per Kim Jong-Il furono coniati e usati molti altri titoli nel corso degli anni, introdotti non necessariamente in concomitanza con eventi o nomine particolari.

– Leader del Partito e del popolo
– Grande ufficiale
– Generale invincibile e sempre trionfante
– Padre rispettato e amato
– Stella che ci guida nel 21esimo secolo
– Grande uomo, protagonista di gesta
– Grande difensore
– Il salvatore
– Mente della rivoluzione
– Più alta incarnazione dell’amore cameratesco della rivoluzione
– Sua eccellenza

Mostra commenti ( )