• Italia
  • domenica 11 febbraio 2018

Cos’è successo alla finale di Sanremo

Le cose da sapere, per chi non c'era: il bel monologo di Favino, Laura Pausini che canta fuori dall'Ariston e i vincitori, naturalmente

Un momento della serata finale del Festival di Sanremo (ANSA/CLAUDIO ONORATI)

Ieri sera è finito Festival di Sanremo, arrivato alla sua 68esima edizione: hanno vinto Fabrizio Moro ed Ermal Meta con la canzone “Non mi avete fatto niente”: parla di terrorismo e se ne era parlato perché simile a un’altra (ma senza che violasse il regolamento). Al secondo posto è arrivato Lo Stato Sociale e al terzo Annalisa. E se vi interessa anche sapere chi è arrivato tredicesimo, qui c’è la classifica completa (Renzo Rubino, comunque).

È stata una serata in linea con le altre, con molta musica e poco spazio per altro: più o meno a metà della gara la scena è stata rubata, come si dice in questi casi, da un bel monologo di Pierfrancesco Favino sui migranti e gli stranieri. Claudio Baglioni ha cantato di nuovo moltissimo, e con ospiti come Francesco Renga e Max Pezzali. Ieri infine c’era anche Laura Pausini, che nei giorni scorsi aveva rinviato la sua partecipazione perché non stava bene. Alla faccia del freddo ha cantato una delle sue canzoni più famose fuori dal teatro Ariston, assieme a centinaia di fan.

Negli ultimi giorni si era parlato molto della canzone vincitrice perché era stata accusata di violare il regolamento del Festival in quanto molto simile a una canzone già presentata e poi scartata nel 2016. Alla fine la direzione del concorso aveva deciso che “Non mi avete fatto niente” poteva rimanere in gara. Sia per Meta che per Moro è la prima vittoria nella categoria principale del Festival di Sanremo.

Ermal Meta e Fabrizio Moro hanno vinto il Festival di Sanremo

Mostra commenti ( )