Netflix Italia: le novità di febbraio

La serie di fantascienza "Altered Carbon", soprattutto: ma anche "Everything Sucks", la docu-serie sulla Juventus e un po' di buoni film

(Da "Netflix")

Il catalogo di Netflix cambia ogni giorno: qualcosa di nuovo arriva e qualcos’altro viene tolto. La maggior parte dei nuovi film, documentari o serie tv è però inserita nei primi giorni di ogni mese, che è anche il momento in cui Netflix comunica alcune delle nuove cose che arriveranno nei giorni seguenti, in genere le più importanti. Come ogni mese, abbiamo scelto le migliori novità.

A dicembre erano tornate Black Mirror e The Crown e la piacevole sorpresa di gennaio è stata la serie The End of the F***king WorldLe più interessanti novità di febbraio sono la serie Altered Carbon, il documentario a puntate sulla Juventus e la serie Everything Sucks. Tra i nuovi film ci sono invece A Ciambra, Il giovane favoloso, Lo chiamavano Jeeg Robot e Ave, Cesare!

Giovedì 1 febbraio/1

Damnation: è una serie ambientata in Iowa negli anni Trenta, durante la Grande depressione. Il protagonista è un tipo di cui si sa poco, con un passato poco chiaro e molto violento. Finge di essere prete e incita i contadini della zona a scioperare.

Il principe abusivo: è un film italiano del 2013, scritto e diretto dal comico Alessandro Siani. Racconta di una principessa di uno staterello europeo che vuole far parlare di sé e allora escogita un piano che prevede un finto fidanzamento con un uomo povero e poco colto. E poi che volete che succeda? Se ne innamora davvero.

Punto di non ritorno – Before the Flood: è il documentario di Leonardo DiCaprio sul riscaldamento globale e i suoi effetti sulla Terra. Per il documentario, DiCaprio ha girato il mondo con lo scopo di raccontare come il riscaldamento globale sta cambiando il pianeta, quali sono state le sue cause e che cosa possiamo ancora fare per ridurne gli effetti. Ne parla, tra gli altri, con Barack Obama, Elon Musk e papa Francesco.

Giovedì 1 febbraio/2

Ultimatum alla Terra: il titolo potrebbe andare benissimo anche per il documentario di DiCaprio. Invece è tutt’altra cosa: è un pilastro del cinema di fantascienza ed è del 1951, quando gli effetti speciali erano un filo diversi da oggi. Parla di un alieno che arriva sulla Terra per dire ai suoi abitanti di smetterla con la violenza. Un soldato non accetta per niente il consiglio e spara all’alieno. Seguono complicazioni. Il regista è Robert Wise, quello di West Side Story e Tutti insieme appassionatamente. Se la storia vi piace, potete anche leggerla: è tratta dal racconto Addio al padrone di Harry Bates.

78/52: anche qui siamo nella storia del cinema. È un documentario, presentato un anno fa al Sundance Festival, che parla della famosissima scena della doccia di Psyco di Alfred Hitchcock. Dura giusto un paio di minuti, ma per farla Hitchcock usò 78 diverse posizioni di cinepresa e fece 52 tagli nel montaggio. Il documentario spiega come fu fatta, ne parla con alcuni noti registi di oggi e spiega come ha cambiato il cinema, e forse un po’ di altre cose.

Giovedì 1 febbraio/3

How the Beatles Changed the World: è un documentario su quei quattro che cambiarono la musica e la cultura tutta.

In mezzo scorre il fiume: è un film drammatico, tratto dall’omonimo libro autobiografico di Norman Maclean. È ambientato in Montana a inizio Novecento e parla del difficile rapporto tra due fratelli e il loro padre. Vinse l’Oscar per la Miglior fotografia e ogni tanto ci sono dei filmati d’epoca: alcuni veri, altri finti.

A Ciambra: è il film che dall’Italia abbiamo scelto di candidare all’Oscar, ma che in America non hanno poi scelto tra le nomination. Ma è comunque un bel film. L’ha diretto Jonas Carpignano e il protagonista è un ragazzo rom di 14 anni. È stato fatto grazie al TorinoFilmLab, un bel progetto che forse non conoscete.

2 febbraio

Coach Snoop: c’è Snoop Dogg, il rapper, che mette su una lega per bambini di football americano. È una serie.

Altered Carbon: non ci vuole molto a definirla la cosa più interessante proposta questo mese da Netflix. È una serie di fantascienza basata sull’omonimo libro di Richard K. Morgan, tradotto in italiano come Bay City. Parla di un futuro in cui la memoria delle persone può essere scaricata su un supporto speciale e importata nella colonna vertebrale di chiunque, trasferendo quindi la coscienza. Il protagonista è Joel Kinnaman (cioè Will Conway di House of Cards, e Rick Flag in Suicide Squad): interpreta un soldato speciale la cui coscienza viene impiantata nel corpo di un poliziotto che deve indagare su un possibile omicidio. Un po’ Black Mirror e un po’ Avatar, per fare quella brutta cosa di definire il nuovo partendo dal vecchio.

5 febbraio

Changeling: è un film del 2008 diretto da Clint Eastwood e con protagonista Angelina Jolie. È tratto da una storia vera, come ricordava il titolo italiano del film, uno di quelli in cui il titolo originale era seguito da “Una storia vera”. Parla di una madre il cui figlio sparì nel 1928. Le riportarono un bambino diverso, per evitare di dover avere un complicato caso aperto da gestire, e le diedero della pazza quando disse che quello non era suo figlio.

6 febbraio

Ave Cesare!: è l’ultimo film dei fratelli Coen. Ci sono anche un paio di attori di cui potreste aver sentito parlare: George Clooney, Scarlett Johansson, Channing Tatum, Tilda Swinton, Josh Brolin e Ralph Fiennes. È un film che parla di come si fanno i film, ma non solo.

7 febbraio

I fantastici 5: si ispira a una serie di qualche anno fa che prendeva in giro gli stereotipi sull’omosessualità. È un reality show su cinque ragazzi gay che danno vari consigli a un ragazzo eterosessuale.

Machete Kills:  è un film di exploitation – quelli violenti, espliciti, spesso volgari e a volte scorretti sotto molti punti di vista – diretto da Robert Rodriguez, con protagonista Danny Trejo. È tamarrissimo e ci sono Michelle Rodriguez, Jessica Alba, Mel Gibson, Demián Bichir, Amber Heard, Sofia Vergara, Lady Gaga, Antonio Banderas, Cuba Gooding Jr. e Charlie Sheen. Uscì nel 2013.

9 febbraio

Non c’è bisogno di presentazioni: è il nuovo talk show – minimal: due sedie, un palco, il pubblico e qualche foto che scorre – con David Letterman. È già online la puntata con Barack Obama, questa sarà con George Clooney.

The trader: questo è in quota “cose strane ma forse belle”. È un documentario su un commerciante ambulante della Georgia, un paese di cui Netflix scrive: «Le patate sono merce di scambio e l’ambizione è distrutta dalla povertà».

Il rituale: uno di quei film horror che vogliono convincervi a NON andare a passeggiare nei boschi.

13 febbraio

Il mio grasso grosso matrimonio greco: uscì nel 2002 e forse contribuiste con i vostri cinque euro a fargli raggiungere i quasi 400 milioni di dollari di incassi mondiali. Parla di una donna di origini greche – e con una famiglia molto legata a quelle origini – che si innamora di un docente statunitense. La famiglia all’inizio si oppone: per sapere cosa succede poi rileggete il titolo.

Prince of Persia: Le sabbie del tempo: è il film del 2010 ispirato al noto videogioco, anche se racconta una storia un po’ diversa. Difficile vi piaccia se non siete fan del videogioco. Difficile che vi piaccia anche se ne siete fan, in realtà.

14 febbraio

Love per square foot: parla di due bancari che decidono di fare un matrimonio di convenienza per riuscire a comprare casa insieme. E buon San Valentino.

16 febbraio

L’unica: è un film su una ragazza che, quando scopre di avere il cancro, decide di trovare una ragazza al suo «amore di sempre».

First Team – Juventus: è un documentario di quattro episodi sulla Juventus, sulle «storie e i personaggi più coinvolgenti del club, seguendo i giocatori nella loro vita privata e professionale, dentro e fuori dal campo».

Everything Sucks: è una serie tv ambientata negli anni Novanta, che vorrebbe essere la nuova Freaks & Geeks. Più nello specifico, parla di una sfida tra due club della scuola, quello teatrale e quello audiovisivo.

17 febbraio

Il giovane favoloso: è un film del 2014 diretto da Mario Martone e incentrato sulla vita di Giacomo Leopardi, interpretato da Elio Germano. Il film ripercorre la storia di Leopardi raccontando aspetti privati e artistici, e riesce in quello in cui non tutti i professori liceali sono riusciti: farvi capire che Leopardi era meno noioso e sfigato dell’idea che qualcuno ha di lui.

19 febbraio

Fullmetal Alchemist: è un film giapponese del 2017 e forse non è da vedere se non vi interessano le parole “dark fantasy science fiction adventure” e se non conoscete il noto manga da cui è tratto.

20 febbraio

Bugs: è un documentario su un gruppo di ricercatori danesi che girano il mondo per cercare insetti commestibili e possibilmente anche buoni. La società che l’ha prodotto ha detto che è, in parti uguali, «diario di viaggio, documentario sulla natura, food porn e trattato politico».

21 febbraio

Forgotten: è un film su un ragazzo che dopo un rapimento torna cambiato, e sul fratello che prova a capire perché.

23 febbraio

Marseille: la seconda stagione della serie tv francese che qualcuno paragonò a House of Cards.

Seven seconds: è una serie tv antologica (ogni stagione una storia diversa) fatta dalla creatrice di The Killing.

Ugly delicious: è un documentario a puntate in cui David Chang e altri chef e personaggi di vario tipo girano il mondo per vedere posti, conoscere persone e provare cibi strani.

25 febbraio

Il bambino con il pigiama a righe: uscì nei cinema nel 2008 ed è tratto dall’omonimo romanzo di John Boyne. Parla di un bambino in un campo di concentramento e del figlio di un comandante nazista.

26 febbraio

Lo chiamavano Jeeg Robot: è uno dei casi più interessanti del cinema italiano degli ultimi anni, perché racconta una storia di supereroi ambientata nelle borgate di Roma. Il protagonista è interpretato da Claudio Santamaria: vive di piccoli furti a Tor Bella Monaca, a Roma, e un giorno cade in un barile di materiale radioattivo risvegliandosi la mattina successiva dotato di superpoteri. All’inizio decide di usare i suoi nuovi poteri per fare furti (rubare un bancomat, per dire), poi capisce che è forse il caso di usarli per scopi più nobili. Il cattivo del film è interpretato da Luca Marinelli.

27 febbraio

Derren Brown: The Pushè una serie con protagonista un noto illusionista, mentalista e ipnotista britannico.

Mostra commenti ( )