maryam_pakistan

La figlia del primo ministro pakistano è in un guaio per colpa di un font di Windows

La storia comincia con i Panama Papers, continua con un atto falso scoperto per via del carattere utilizzato e finisce con una pagina Wikipedia bloccata

maryam_pakistan
Un meme con l'immagine di Maryam Nawaz Sharif (Twitter/@wickycruise)

Una delle conseguenze più bizzarre e imprevedibili della diffusione dei cosiddetti Panama Papers – i documenti trapelati dalla grande società di creazione e gestione di società off shore Mossack Fonseca nell’aprile 2016 – è stato un recente scandalo politico in Pakistan, iniziato con una rivelazione contenuta nei documenti, continuato con un tentativo della figlia del primo ministro del paese di discolparsi con un atto probabilmente falso, e finito con la pagina di Wikipedia in inglese dedicata al font Calibri bloccata.

Tra i documenti dei Panama Papers, infatti, ce n’erano alcuni che riguardavano i figli del primo ministro pakistano Nawaz Sharif e otto società off shore a loro collegate, alcune delle quali proprietarie di appartamenti di lusso nel centro di Londra. All’epoca dello scandalo, membri dell’opposizione pakistana sostennero che il denaro usato per comprare quegli appartamenti fosse stato ottenuto con delle tangenti, e per questo la Corte Suprema del paese istituì una commissione di indagine, formata da funzionari dei servizi di intelligence e da esperti di questioni finanziarie. Lo scorso lunedì la commissione ha pubblicato un rapporto sulle società sotto inchiesta: il rapporto dice che Sharif e i suoi figli non sono stati in grado di giustificare la provenienza di parte dei loro introiti.

Una delle cose che la commissione era incaricata di stabilire era chi fosse il titolare beneficiario delle società proprietarie degli appartamenti di Londra, cioè a chi appartenessero veramente. I documenti diffusi tra i Panama Papers sembrano indicare che si tratti di Maryam Nawaz Sharif, una delle figlie di Sharif che dal 2012 è impegnata in politica e viene considerata la futura erede del padre. Maryam Nawaz Sharif ha però negato di essere la titolare beneficiaria delle società: sostiene di essere solo uno dei membri dei loro consigli di amministrazione e che il titolare beneficiario è uno dei suoi fratelli, che è un uomo d’affari apparentemente senza ambizioni politiche. Per dimostrarlo Maryam Nawaz Sharif ha dato alla commissione investigativa un atto secondo il quale la proprietà effettiva della società era di suo fratello: questo documento, firmato sia da Sharif che da suo fratello, è datato febbraio 2006.

Qui è dove entra in gioco il Calibri: un esperto di scienze forensi britanniche consultato dalla commissione investigativa pakistana ha notato che l’atto consegnato come prova da Maryam Nawaz Sharif è scritto in questo font, che però Microsoft rese disponibile per i suoi utenti solo nel 2007, quindi un anno dopo la data riportata sul documento. Apparentemente, quindi, Sharif avrebbe compiuto un reato mentendo agli investigatori e fornendo loro un documento falso. Il fatto che la presunta frode sia stata scoperta per via del font ha fatto diventare la vicenda una specie di meme, tra gli utenti pakistani dei social network.

In attesa delle conseguenze politiche della scoperta, ce ne sono già state su Wikipedia: dopo la pubblicazione del rapporto della commissione investigativa molte persone, sostenitrici di Sharif e di suo padre, hanno cercato di modificare la pagina dell’enciclopedia dedicata al Calibri, per cambiare la data della sua diffusione.

Per questo un gruppo di utenti di Wikipedia ha organizzato una votazione per bloccare temporaneamente la pagina dedicata al Calibri: non si può modificare fino al 18 luglio. Al momento la pagina mostra le informazioni corrette, cioè che il Calibri fu creato nel 2004 dal grafico olandese Lucas de Groot, ma fu distribuito solo tre anni dopo, con il sistema operativo Windows Vista. Le pagine di Wikipedia a cui solitamente capita di essere bloccate sono quelle che parlano di argomenti controversi.

calibri«Questo articolo non può essere modificato fino al 18 luglio 2017 o finché le dispute sull’editing non saranno state risolte» (Wikipedia in inglese alla voce “Calibri”)

Mostra commenti ( )