FBL-EUR-C1-DRAW
  • Sport
  • venerdì 21 aprile 2017

La Juventus giocherà contro il Monaco in semifinale di Champions League

Le partite di andata sono in programma il 2 e 3 maggio, quelle di ritorno il 9 e il 10

FBL-EUR-C1-DRAW
L'estrazione della Juventus nel sorteggio delle semifinali di Champions League (FABRICE COFFRINI/AFP/Getty Images)

Il sorteggio delle semifinali della Champions League 2016/2017 si è svolto alle 12 presso la sede della UEFA a Nyon, in Svizzera. La Juventus, l’unica squadra italiana ancora in corsa, è stata sorteggiata con il Monaco. L’altra semifinale sarà invece Real Madrid-Atletico Madrid. Le partite di andata delle semifinali di Champions League sono in programma il 2 e 3 maggio; quelle di ritorno la settimana dopo, il 9 e il 10. La Juventus giocherà nel Principato di Monaco la partita di andata e allo Juventus Stadium di Torino il ritorno.

Juventus e Monaco si sono incontrate l’ultima volta nei quarti di finale della Champions League di due anni fa: passò la Juventus dopo aver vinto l’andata in casa e pareggiato il ritorno nel Principato. Real e Atletico, invece, hanno giocato la finale dell’ultima edizione della Champions League, poi vinta ai calci di rigore dal Real.

La Juventus è considerata da molti come la favorita, perché oltre ad aver eliminato il Barcellona senza aver subito un solo gol, è una squadra solidissima e ha di gran lunga la miglior difesa d’Europa, tanto che in Champions League non prende un gol da circa otto ore di gioco. Sa affrontare nel modo giusto le partite più diverse, e ha molti giocatori per i quali questa potrebbe essere l’ultima vera possibilità di vincere la Champions League, per esempio Gianluigi Buffon e Andrea Barzagli.

Il Monaco, tuttavia, è una squadra molto giovane, con un’età media “alzata” fino a 25,3 anni solamente dalla presenza di non più di due trentenni per reparto, e in questo momento è trascinata dalla forma strepitosa dei suoi giocatori più giovani: i terzini Djibril Sidibé e Benjamin Mendy, i mediani Tiemoué Bakayoko e Fabinho, il trequartista portoghese Bernardo Silva e il 18enne attaccante franco-camerunense Kylian Mbappé. A sostegno dei giovani, in ogni reparto c’è la presenza di un giocatore esperto: Radamel Falcao in attacco, che in questa stagione, a 31 anni, si sta riavvicinando al Falcao che fece le fortune del primo Atletico Madrid di Simeone; il portoghese Joao Moutinho a centrocampo; in difesa due calciatori noti in Italia come l’ex capitano del Torino Kamil Glik e il 32enne Andrea Raggi.

L’esplosività dei giocatori più in forma del Monaco potrebbe essere molto complicata da affrontare per la Juventus. Pep Guardiola, che con il Manchester City è stato eliminato dal Monaco negli ottavi di finale, è rimasto impressionato dalla forza e dalla condizione atletica di molti suoi giocatori. E in effetti, vedendo le azioni più recenti del Monaco ci si rende conto di che intensità di gioco la squadra di Jardim riesca a sostenere nel corso delle partite. Il giocatore esemplare in questo è Kylian Mbappé, che alla sua prima stagione in prima squadra è riuscito a segnare 22 gol in 36 partite, diventando anche il settimo marcatore francese di tutti i tempi in Champions League. È diventato inoltre l’unico giocatore ad aver segnato un gol in tutte e quattro le partite della fase ad eliminazione diretta giocate finora. Tutto questo a diciotto anni.

Per arrivare in semifinale, il Real Madrid, campione in carica del torneo, ha eliminato il Bayern Monaco di Carlo Ancelotti vincendo sia la partita di andata che quella di ritorno. L’Atletico Madrid ha invece eliminato il Leicester City dopo una vittoria in casa e un pareggio in Inghilterra. Il Monaco si è qualificato dopo aver eliminato con una doppia vittoria il Borussia Dortmund, verosimilmente indebolito e confuso dall’attentato subìto poche ore prima dell’inizio della partita di andata.

Mostra commenti ( )