È uscito il libro sugli oggetti speciali di “Fattobene”

È una specie di archivio che racconta alcuni storici prodotti italiani, come la Coccoina, le pastiglie Leone e il Crystal Ball

Alcune delle pagine di FATTOBENE – Italian Everyday Archetypes dedicate alle pastiglie Leone (© 2017 Fattobene – © 2017 Corraini edizioni)

Il primo dicembre la casa editrice Corraini ha pubblicato FATTOBENE – Italian Everyday Archetypes, un libro-atlante-archivio che raccoglie fotografie e storie di storici prodotti industriali e artigianali italiani, messe insieme dalla giornalista Anna Lagorio e dal fotografo Alex Carnevali. Tutti gli oggetti selezionati sono di uso quotidiano e ancora in commercio (anche se alcuni sono meno popolari di un tempo); alcuni richiamano una certa nostalgia per l’infanzia e per l’Italia del passato, altri sono un po’ cambiati nel tempo ma continuano a essere familiari.

Tra gli altri ci sono: la Coccoina, la colla con l’aroma di mandorla prodotta a Voghera; il Crystal Ball, il gioco prodotto negli stabilimenti di Burago di Molgora, in Brianza, diventato popolarissimo negli anni Ottanta; le carte da gioco Modiano, realizzate a Trieste a partire dal 1884; la cedrata Tassoni, fatta a Salò dal 1921; e lo sciroppo di amarene Fabbri, preparato a Bologna dal 1915. Ma non tutti gli articoli di FATTOBENE sono industriali: ce ne sono anche di artigianali, come le scope di saggina e i rigagnocchi.

Il libro nasce da un progetto con lo stesso nome che esiste già da qualche anno, che prevede anche un piccolo negozio online dove si possono comprare alcune delle cose selezionate, oltre al libro, disponibile in quattro diverse copertine. I testi sono anche in inglese: potrebbe essere quindi un bel regalo anche per amici stranieri.

Nel negozio di FATTOBENE si trovano prodotti per la cura del corpo come il Talco Naturae, provvisto di piumino e in diversi profumi, il macinacaffè a volano di Tre Spade, e giocattoli storici come i Chiodini, la famosa tavoletta in plastica per creare mosaici colorati, o il Missile Tor, entrambi ideati da Alessandro Quercetti, che nel 1953 fondò a Torino l’azienda che porta il suo nome. Altri oggetti nominati nel libro, come il vaso dell’Amarena Fabbri, le pastiglie Leone, le carte da gioco Modiano e il Crystal Ball, si trovano anche in altri negozi su internet.

Mostra commenti ( )